Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cisse salva l'Atalanta contro il Bologna

Cisse salva l'Atalanta contro il Bologna
di Emilio Buttaro
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Marzo 2022, 23:53

Con un gol nel finale di Moustapha Cissé l’Atalanta passa a Bologna e ritrova il sorriso anche in campionato. Un esordio da favola in serie A per l’attaccante guineano classe 2003 che fino a pochi mesi fa giocava in seconda categoria pugliese in una squadra di rifugiati. Dopo aver ottenuto la qualificazione ai quarti di Europa League adesso l’Atalanta con una partita in meno in campionato mantiene vivo il sogno Champions. Per il Bologna continua il momento no con soli 6 punti finora conquistati nel girone di ritorno. In casa rossoblu più che la classifica, a preoccupare è l’involuzione di una squadra che aveva chiuso alla grande il girone d’andata a quota 27.

Tra i rossoblu Theate torna titolare, confermato in blocco il centrocampo, davanti c’è il tandem Arnautovic-Orsolini. Gasp in piena emergenza propone subito in campo Pezzella  ed in attacco Muriel supportato da Pessina e Koopmeiners.

Si gioca sotto gli occhi del patron del Bologna Joey Saputo da qualche giorno sotto le Due Torri per caricare l’ambiente e programmare la squadra del futuro.

La Dea vuole ritrovare il ritmo gol martellante smarrito nell’ultimo periodo partendo con buona convinzione ma scarsa precisione in fase conclusiva. Pesa parecchio l’assenza di Zapata mentre Muriel prova a fare gli straordinari. Nel Bologna Medel è il solito trottolino al centro della difesa, capitan Soriano invece si vede pochissimo. Il primo vero tiro in porta della gara arriva dopo mezz’ora con Giorgio Scalvini che sugli sviluppi di un corner da posizione ravvicinata trova un palo pieno. Poco prima del riposo occasionissima per i padroni di casa con l’ex Orsolini che supera Demiral ma non uno strepitoso Musso.

Si riparte a ritmi più sostenuti e subito Arnautovic va a un passo dalla doppia cifra con una conclusione in contropiede che sfiora il palo. Da una parte e dall’altra c’è voglia di fare bottino pieno e la gara finalmente sembra accendersi davvero. Mihajlovic appena ricandidatosi sulla panchina del Bologna chiede ai suoi maggiore convinzione ma sono gli ospiti a sfiorare il gol con l’attivissimo Koopmeiners che spedisce fuori di un soffio. I felsinei provano a rispondere con i soliti Orsolini e Arnautovic ma Musso è sempre sul pezzo. I numerosi cambi di Gasperini vedono un’Atalanta sempre più in versione offensiva ed in effetti la squadra ospite col passare dei minuti guadagna metri. Poco prima del finale arria il momento di Cissè da poco entrato in campo al posto di Muriel, l’attaccante classe 2003 è lucidissimo sotto porta sfruttando al meglio l’assist di Pasalic. Il Bologna prova a reagire, Medel è pericoloso in un paio d’occasioni ma anche dopo un lunghissimo recupero il risultato non cambia. E alla fine il giovane Cissè viene portato in trionfo dai suoi compagni di squadra.

Dopo la sosta Bologna e Atalanta se la vedranno contro le prime due della classe con Sinisa che farà visita alla capolista Milan mentre Gasp riceverà la visita del Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA