Champions League, dopo Juve e City il Lione sogna il tris con il Bayern

Martedì 18 Agosto 2020 di Giuseppe Mustica
Sulla carta non ci sarebbe partita. Tra Lione e Bayern Monaco, l’altra semifinale di Champions League sull’asse Francia-Germania, i tedeschi sarebbero – e sono –  favoriti sempre. Ma Garcia ha buttato fuori Juventus e Manchester City. E allora Hansi Flick deve stare attento. Certo, il biglietto da visita della squadra che punta al Triplete è l’8-2 ai danni del Barcellona che ha provocato un vero e proprio terremoto il Catalogna. Ma oltre il risultato il Bayern ha mostrato una condizione fisica e mentale superiore alle altre. Oltre ad avere una rosa così profonda che pescare la carta sbagliata a partita in corso è quasi impossibile. Il Lione però ci vuole provare. Sembrava spacciato dopo il sorteggio degli ottavi contro la squadra di Sarri, e assomigliava piu ad  una comparsa quando si è presentato davanti a Guardiola. Ma il tecnico francese è riuscito a ribaltare le carte in tavola: l’OL ci crede e la vittoria sul Manchester City ha dato quella consapevolezza nei propri mezzi che aumenta di conseguenza l’autostima della propria squadra. Sognare non costa nulla, anche se il Bayern in questo momento sembra proprio di un altro pianeta. Garcia non toccherà nulla nell’undici iniziale e si affiderà ancora una volta a Depay per cercare di scardinare la retroguardia bavarese. Flick invece ha qualche dubbio. Non certo relativo a Davies, devastante e vera arma in più nel proprio scacchiere. Ma nei tre davanti alle spalle dell’altro intoccabile, Lewandowski, ci potrebbe essere spazio per Coutinho dal primo minuto. Il brasiliano rischia di scalzare Perisic dall’inizio, anche se l’ex Inter regala quell’equilibrio tattico che serve contro una squadra che fa di questa carta la sua arma vincente. La sensazione è che per il Bayern non sarà semplicissimo come l’altra sera contro una squadra chiusa che punterà tutto sulle ripartenze. Servirà massima attenzione. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA