Champions, stasera c'è Balotelli tra il Napoli e la storia

Martedì 22 Agosto 2017 di Pasquale Tina
NAPOLI L'appuntamento con la storia ormai incombe (ore 20,45, Premium Sport). Il Napoli ha un doppio obiettivo nel mirino: la qualificazione ai gironi di Champions e la possibilità di chiudere definitivamente una ferita che fa male dal 2014 con la beffa targata Athletic Bilbao. Stavolta è tutto diverso. La squadra di Sarri è padrona del suo destino anche se non deve rilassarsi. Il vantaggio nei confronti del Nizza è rassicurante, ma non ancora definitivo. Il 2-0 dell'andata vale tanto. Sarà fondamentale, ovviamente, non sottovalutare un avversario che non avrà nulla da perdere. Il tecnico Favre si giocherà le ultime chance con una prestazione di grande intensità: i francesi paradossalmente saranno liberi da pressione e proveranno a mettere in difficoltà il Napoli. Ci saranno sia Sneijder che Balotelli: entrambi hanno fatto le prove generali in campionato nel 2-0 rifilato al Guingamp e hanno veicolato un messaggio di grande speranza in vista della sfida di stasera all'Allianz Riviera.
DIMENTICARE IL SAN PAOLO
Il Napoli dovrà soltanto evitare l'errore di considerare la pratica già chiusa. Sarà necessaria, invece, una prova attenta cercando una rete in avvio per chiudere definitivamente il discorso. Sarri è pronto e smorza le voci su un possibile forfait di Mertens che non ha lavorato col gruppo ieri mattina: «Credo non sia in dubbio. Aveva un dolore al mignolo del piede e aveva dolore nell'indossare la scarpetta. Ho deciso di preservarlo e quindi si è allenato in palestra». Molto dipenderà dalle condizioni dell'attaccante durante la rifinitura di questa mattina, ma l'allenatore conta di schierare il belga. L'alternativa è ovviamente Arek Milik, reduce dal gol del Bentegodi. E' l'unico vero ballottaggio del match anche se Mertens è favorito. Per il resto spazio ai rientri di Albiol, Jorginho e Allan. «Ho la piena fiducia di tutta la rosa, tutti i giocatori mi hanno dimostrato grande consapevolezza», aggiunge Sarri. La ricetta per il Nizza è semplice. «Dimentichiamo il risultato del San Paolo. Purtroppo non siamo riusciti a segnare il terzo gol, quindi la qualificazione è in bilico. Ovviamente ci sentiamo forti e proveremo a conquistare un risultato positivo. Non dobbiamo gestire il 2-0, non è nelle nostre corde, quindi pensiamo a vincere. La partita col Nizza non è uguale a tutte le altre: la posta in palio è importantissima. Un'eliminazione potrebbe avere ripercussioni forti dal punto di vista psicologico». Pensiero condiviso pure da Koulibaly. «Sneijder e Balotelli sono forti, ma saremo pronti e dimostreremo il nostro valore. Vogliamo andare avanti». Perché il Napoli non può fare mano della musichetta della Champions che tra l'altro vale circa 35 milioni di euro. E' la melodia preferita delle grandi squadre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nasce il corso di Osservatore per guardare bene le partite

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma