Icardi trascina il Psg, si risveglia il Real Madrid

Martedì 22 Ottobre 2019 di Giuseppe Mustica

Girone A

BRUGES-PSG 0-5
Il Psg vola a punteggio pieno dilagando in casa del Bruges. Nessuna difficoltà per gli uomini di Tuchel che dopo 7 minuti sono avanti grazie al gol di Icardi imbeccato da Di Maria. Sempre Di Maria, pochi minuti dopo, ha la palla per chiudere la partita ma spedisce clamorosamente sul fondo. Poco male, perché nel secondo tempo i parigini hanno vita facile con Mbappe che, in 37’ di gioco, segna una tripletta e serve a Icardi l’assist per il quinto gol nelle ultime quattro partite per l’ex attaccante dell’Inter. Straripante comunque il giovane transalpino che veniva anche da un infortunio muscolare che lo ha costretto ai box per diverso tempo. Ma, nonostante questo, si conferma d’altra categoria toccando 15 gol in Champions League a 20 anni. Meglio di lui solo Messi e Raul.

GALATASARAY-REAL MADRID 0-1
Si rilancia il Real Madrid grazie al gol di Kroos nel primo tempo. Non è stata una partita facile per Sergio Ramos e compagni che prima del vantaggio hanno subito le sfuriate turche che hanno costretto Courtois agli straordinari. Poi s’è acceso l’asse Benzema-Hazard che ha confezionato l’azione che ha portato alla conclusione del centrocampista tedesco che, deviata, è finita all’incrocio dei pali. Nel secondo tempo poi i Blancos sono andati vicini al raddoppio prima con Benzema e poi con Hazard che dopo aver saltato anche Muslera ha centrato la traversa a porta sguarnita. Massimo risultato con il minimo sforzo per la squadra di Zidane che si piazza alle spalle del Psg al secondo posto nel girone lasciandosi almeno per una notte alle spalle un momento negativo.

Girone B

TOTTENHAM-STELLA ROSSA 5-0
Boccata d’ossigeno per Maurizio Pochettino: senza patemi i londinesi hanno strapazzato la fragile Stella Rossa. Partita chiusa già alla fine del primo tempo con il gol testa di Kane e la doppietta di Son che ha sfruttato al meglio altrettanti assist di Lamela. È stato proprio l’ex Roma nella seconda frazione di gioco a siglare il 4-0 prima della doppietta dello straripante Kane che ha già toccato 15 gol stagionali. Vittoria pesante in chiave classifica ma soprattutto sotto l’aspetto morale per i londinesi.

OLYMPIACOS-BAYERN MONACO 2-3
C’è poco da fare: se in squadra hai Lewandowski parti già con un gol davanti. Vince in rimonta il Bayern, sfruttando la vena realizzativa del proprio attaccante polacco autore di una doppietta. Non siamo nemmeno a fine ottobre e sono già 21 reti stagionali per il bomber bavarese. Eppure a passare in vantaggio è stato l’Olympiacos grazie alla zuccata di El Araabi che ha sorpreso Neuer. Sono passati solamente pochi minuti e Lewa ha spedito in rete una corta respinta di Jose Sa. Al 17’ della ripresa sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Bayern ha completato la rimonta sempre con il suo numero 9 prima che Tolisso mettesse in cassaforte il risultato. Ci ha provato Guilherme a riaprire la sfida ma il Bayern, con un poco d’affanno nel finale, è riuscito a conquistare la terza vittoria nel girone ipotecando il passaggio del turno.

Girone C

SHAKHTAR-DINAMO ZAGABRIA 2-2
Un pareggio che ancora tiene in gioco l’Atalanta quello venuto fuori tra Shakhtar e Dinamo Zagabria. Konoplyanka con un bel diagonale di destro su assist di Marlos ha portato in vantaggio i padroni di casa, raggiunti dalla zampata di Dani Olmo prima del riposo. La Dinamo Zagabria poi è passata in vantaggio grazie al rigore di Orsic dopo una follia di Pyatov che ha steso in area Gavranovic. Il neo entrato Dodo con un bell’inserimento alle spalle della difesa croata ha ristabilito la parità.

Girone D

ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN
Simeone, in una serata non certo positiva dei suoi, ha pescato dalla panchina il jolly Alvaro Morata. Allo spagnolo sono bastati solamente otto minuti dal suo ingresso in campo per battere con un imperioso colpo di testa l’incolpevole Hradeky. Come detto ha faticato più del previsto l’Atletico per avere la meglio sui tedeschi ben messi in campo e che hanno anche rischiato con qualche ripartenza di portarsi in vantaggio. Prima del gol risolutore ad andare comunque vicino alla rete è stato Diego Costa che di testa non ha sfruttato al meglio un assist al bacio di Trippier. Tre punti che avvicinano l’Atletico al passaggio del turno in compagnia della Juventus.

Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 09:22


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma