Cerci infiamma i tifosi dell'Atletico e la
fidanzata attacca il calcio italiano

Cerci infiamma i tifosi dell'Atletico e la fidanzata attacca il calcio italiano
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Settembre 2014, 17:43

«È un sogno per me giocare nell'Atletico Madrid» Alessio Cerci nel giorno della sua presentazione ufficiale al Vicente Calderòn infiamma i Colchoneros. L'ex giocatore del Torino, costato 16 milioni più 3 di bonus, vestirà la maglia dell'Atletico per i prossimi 3 anni. In duemila sono accorsi al Vicente Calderon per salutare il nuovo idolo. «Le pressioni non mi spaventano, darò il massimo per conquistare la fiducia di Simeone e dei tifosi. Siamo una squadra forte e ce la metteremo tutta per fare bene sia in Champions League che in Liga». Cerci ha scelto la maglia numero 22.

FIDANZATA AL VELENO

Intanto, la fidanzata si sfoga su Facebook, criticando duramente il calcio italiano: «Tanti tanti tifosi italiani ci scrivono questi giorni e si domandano indignati perché l'ennesimo talento italiano va all'estero. Ve lo dico io perché: 13 gol e 11 assist non bastano. Essere il miglior esterno della Serie A delle ultime 2 stagioni nemmeno. Perchè in Italia, nel calcio di oggi, si va avanti solo con prestiti, vecchie glorie riciclate, stranieri, giocatori che costano poco o meglio che costano zero. Mi dispiace dover ammettere che una persona aveva ragione: i calciatori più forti, se vogliono fare qualcosa di importante, devono scappare via. Saluti Serie A, noi ce ne andiamo nel calcio che conta. Sempre più fiera di lui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA