Roma, Vina e Xhaka in arrivo. Bene i giovani, ma il mercato non decolla

Roma, bene i giovani ma il mercato non decolla: Vina e Xhaka in arrivo
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Luglio 2021, 17:54 - Ultimo aggiornamento: 17:59

Che i giovani della Roma siano elementi interessanti è fuori dubbio. E non è stata la partita di ieri contro la Triestina a convincere José Mourinho, ma il loro trascorso in Primavera in cui si sono messi in mostra guadagnandosi la fiducia del portoghese. Il futuro, però, è alle porte e una prima selezione è in arrivo: chi tenere e chi mandare in prestito per accumulare minuti ed esperienza?

Qualche risposta parziale la darà la lista dei convocati che partiranno per il Portogallo (26 luglio): se tra i nomi scelti ci saranno Zalewski, Bove, Ciervo e Tripi vorrà dire che questi ragazzi avranno qualche chance di allenarsi in prima squadra per tutta la prossima stagione. Tra i nomi in lizza bisogna annoverare anche Darboe e Calafiori che la Serie A l’hanno già assaggiata, ma che ieri non erano disponibili a causa di problemi fisici. Anche loro potrebbero andare in prestito per essere valorizzati anche se il centrocampista sta per firmare un nuovo contratto da 500 mila euro l’anno e il terzino sinistro potrebbe essere utile dopo l’infortunio di Spinazzola

Il Bordeaux vuole il vice di Mourinho

Se da una parte i giovani fanno sorridere Mou, dall’altra c’è un mercato non ancora decollato: l’unico arrivo è quello del portiere Rui Patricio costato 11,5 milioni più bonus, non sono ancora sbarcati in Italia Vina dal Palmeiras («Ci mancherà», ha detto Marcos Rocha) e Xhaka dall’Arsenal (l’accordo dovrebbe chiudersi nei prossimi giorni). Acquisti che potrebbero non essere sufficienti per ristrutturare una squadra che lo scorso anno è arrivata settima in campionato: al vaglio, infatti, c’è anche un difensore centrale (Smalling non dà garanzie) e un attaccante che possa sostituire Dzeko.

Roma, titolari al minimo e giovani al potere. Mourinho ancora senza rinforzi

Prima, però, bisognerà piazzare gli esuberi con contratti da top player: Pastore, Fazio, Nzonzi, Pedro e Santon. La somma dei loro ingaggi arriva a circa 15 milioni di euro netti l'anno. Non solo mercato calciatori, ma anche allenatori: l’Equipe fa sapere che il secondo di Mourinho Joao Sacramento sarebbe in lizza per ricoprire il ruolo di tecnico del Bordeaux che rimarrà vacante per l’addio di Jean-Louis Gasset. Gli altri tre indiziati sono Lucien Favre, David Guion, e Vladimir Petkovic.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA