Roma, Rui Patricio incanta e il Wolverhampton frena sulla cessione

Roma, Rui Patricio incanta e il Wolverhampton frena sulla cessione
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Giugno 2021, 13:35

Assistendo ieri sera a Portogallo-Francia (2-2), i tifosi della Roma si saranno stropicciati gli occhi nel prendere consapevolezza delle qualità di Rui Patricio capace di fermare i tiri insidiosissimi di Mbappè, Griezmann e Pogba. Il portiere del Portogallo è il profilo indicato da Josè Mourinho che lo vorrebbe in giallorosso nella prossima stagione per sostituire Pau Lopez. Classe ’88 in forza al Wolverhampton, Tiago Pinto avrebbe già trovato un accordo con lui ma non con il club inglese che dopo la prestazione di ieri ha lasciato filtrare che vorrebbe tenerlo fino a scadenza.

Sorpasso Roma per Kostic, il re degli assist. Piace anche alla Lazio

Trattativa complicata

Il tecnico dei Wolves Bruno Lage, fanno sapere dall’Inghilterra, è intenzionato a non farselo sfuggire questa estate per le enormi difficoltà a trovare un sostituto adeguato, anche se questo dovesse comportare la cessione a parametro zero nel 2022. La volontà dell’allenatore, però, dovrà coincidere con quella del club che dalla vendita potrebbe incassare circa 12 milioni. Una cifra - fanno sapere da Trigoria - oltre la quale i giallorossi non hanno intenzione di andare perché in organico c’è già Pau Lopez pagato 23,5 milioni di euro nel 2019 più la rinuncia al 50% della futura rivendita di Sanabria valutato all’epoca 15 milioni. Lo spagnolo è praticamente invendibile sia per l'infortunio subito alla fine a maggio scorso che lo terrà in infermeria ancora per un mese, sia per la svalutazione di quest'anno rispetto al prezzo d'acquisto che, in caso di cessione, comporterebbe una minusvalenza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA