Calciomercato Lazio, Casale in pole ma piacciono anche Parisi e Hickey

Calciomercato Lazio, Casale in pole ma piacciono anche Parisi e Hickey
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 12:08

Che il mercato della Lazio al momento sia bloccato dall’indice di liquidità ormai lo sanno anche i muri. Eppure un tentativo per sbloccare la situazione la società dovrà farlo. A chiederlo chiaramente è stato lo stesso Sarri dopo la sfida contro l’Inter: «Sarebbe importante incominciare a intervenire perché poi dover far tutto in un solo mercato potrebbe essere complicato». Appello lanciato al club capitolino che ha già ricevuto le richieste del Comandante: un terzino sinistro e un vice Immobile.

Calciomercato Lazio, Casale in pole per la difesa

Come detto, Sarri ha chiesto un terzino sinistro, meglio se sappia giocare anche centrale. Identikit che coincide con Nicolò Casale dell’Hellas Verona, nonostante di piede destro. Dopo diversi prestiti tra Südtirol, Venezia ed Empoli il classe ’98 è tornato alla base riuscendo ad imporsi prima con Di Francesco e poi con Tudor in diversi ruoli della difesa a tre. Finora ha giocato 21 gare stagionali fornendo un assist. Ha saltato il secondo turno di Coppa Italia e la trasferta di Udine in Serie A per un problema muscolare avvertito nella gara contro la Lazio: uscì al 45’ dopo essersi comportato molto bene contro Felipe Anderson.

La prestazione di Casale ha acceso la lampadina a Sarri che lo ha cominciato a considerare sul serio tanto che ad oggi è il primo nome della lista per il reparto arretrato. Emerson Palmieri, il preferito, al massimo sarà avvicinabile in estate. Reinildo Mandava, altro profilo che piace, poiché extracomunitario (mozambicano) è bloccato dal tesseramento di Kamenovic. Morale della favola Casale è diventato l’obiettivo primario. La Lazio ha ottimi rapporti con l’Hellas come dimostrato dall’affare Zaccagni e Lotito già si è mosso con Setti. Non è da escludere però che il presidente dei veneti voglia creare un’asta per il suo difensore. Su di lui già ci sono il Milan e il Napoli e la valutazione di 8 milioni dà l’impressione di poter salire almeno a 10.

I piani b di Sarri: Parisi dell’Empoli e Hickey del Bologna

Poiché la Lazio difficilmente potrà investire molto durante il mercato di gennaio, qualora dovesse farsi sempre più difficile la pista Casale il piano b sarebbe un prodotto del sempre caro Empoli. Sarri sa che lì può pescare bene e per questo motivo di recente in ottica Lazio è tornato di moda il profilo di Fabiano Parisi. Di piede mancino e terzino sinistro a tutti gli effetti, Parisi a differenza di Casale ha giocato meno finora: 11 presenze condite da un assist. Il classe 2000 nelle idee di Andreazzoli si alterna con Marchizza. Al momento è fermo per un problema al flessore accusato proprio all’Olimpico contro la Lazio. Il suo valore è inferiore ai 4 milioni. Potrebbe essere un affare. Più alta invece la valutazione di Aaron Hickey del Bologna. Il classe 2002 scozzese fermato dal Covid-19 nell’ultimo periodo costa almeno 10 milioni di euro. Anche lui di piede mancino, quest’anno è sbocciato diventando un titolare fisso sia con la difesa a 4 sia come esterno del 3-4-2-1. All’attivo conta anche 4 gol. Nel suo caso potrebbe essere utilizzato Lazzari come pedina di scambio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA