Coppa Italia. Colpi esterni per Uni,
Montespaccato, Villalba e Cynthia

Mercoledì 9 Ottobre 2019 di Mauro Topini
Prima gara e prima vittoria per la Tivoli, che dopol la eparazione dal tecnico Di Giovanni (via anche i figli Luca e Daniele) ritrova il sorriso in coppa Italia. Cinque le reti (a due) segnate all'Eretum Monterotondo, con la coppia Teti-Tornatore tornata titolare e andata a segno. Vince anche l'Unipomezia, che "passa" ad Anzio. Vittorie esterne che profumano di qualificazione anche per la Corneto Tarquinia, il Villalba, la Cynthia (primo successo stagionale per i castellani) e il Montespaccato, che ha mandato ko l'altra squadra di Genzano, lo Sporting.

Successi casalinghi larghi, invece, per il Civitavecchia e la Boreale, entrambe a segno quattro volte (due le reti subite) mentre di misura è la vittoria dell'Atletico Lodigiani sul Falaschelavinio. Pareggi interlocutori in Ottavia-Casal Barriera, Sora-Arce (3-3 che fa sorridere i gialloblù ospiti), Pontinia-Vis Sezze e Morolo-Insieme Ausonia. Unico zero a zero di giornata il "derby" giocato a porte chiuse (per disposizione delle autorità di polizia) tra Virtus Nettuno e Pro Cisterna.

Anzio Calcio 1924 - Unpomezia 1938 0-1
Aranova - Corneto Tarquinia 0-1
Atletico Lodigiani - Falaschelavinio 1-0
Audace 1919 - Cynthia 1920 0-1
Boreale Don Orione - Astrea  4-2
Campus Eur 1960 - Villalba Ocres Moca 1-2
Civitavecchia Calcio - Atletico Vescovio 4-1
Gaeta - Itri 2-0
Morolo Calcio - Pol. Insieme Ausonia 1-1
Ottavia - Casal Barriera 2-2
Pontinia - Vis Sezze 2-2
Real Monterotondo Scalo - Vigor Perconti 1-1
Sora Calcio 1907 - Arce 1932 3-3
Sporting Genzano - Montespaccato 0-2
Tivoli Calcio 1919 - Eretum Monterotondo 5-2
Virtus Nettuno Lido - Pro Cisterna LS Sermoneta 0-0


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma