CORONAVIRUS

Promosse Monza, Vicenza e Reggina: la Serie B ritrova tre piazze storiche. Ma Berlusconi già pensa all A...

Lunedì 8 Giugno 2020
Brighenti del Monza
Il Consiglio della Figc ha deliberato le promozioni in Serie B di Monza, Vicenza e Reggina al momento dello stop al comando dei rispettivi gironi. Nel Girone A il Monza di Brocchi era primo a +16 sulla Carrarese. Il Vicenza comandava il girone B con 61 punti, mentre la Reggina era in testa al gruppo C con 69 punti in 30 partite. 

REGGINA IN B DOPO 6 ANNI, FESTA TIFOSI IN PIAZZA
La Reggina, dopo la decisione del Consiglio federale della Figc, torna in serie B dopo 6 anni, un fallimento, e la ripartenza, nella stagione 2015-2016, dalla serie D. Non appena in città si è diffusa la notizia, i tifosi sono scesi in piazza per festeggiare. Alcune centinaia di supporter della curva sud si sono riuniti in piazza Duomo dove hanno intonato slogan, sventolando bandiere e striscioni. Una festa che ha costretto la Polizia municipale a deviare il traffico attorno alla zona. Sono arrivati anche alcuni giocatori, tra i quali il capitano Enrico Guarna e l'attaccante German Denis, che sono stati circondati e lanciati in aria in segno di gioia. Gli stessi giocatori hanno spruzzato spumante sulla folla.

MONZA ESULTA, IN SERIE B 19 ANNI DOPO
«Finalmente la B è in Brianza», ha scritto il club sul sito, ripercorrendo poi la stagione 2019/20, un percorso fermato da «un antagonista invisibile». «Oggi la notizia che tutti i cuori biancorossi aspettavano è arrivata e la gioia sopita in 19 anni può finalmente esplodere dentro ognuno di loro - si legge nel messaggio del Monza -. Niente caroselli per la città o feste in piazza, troppo alto il rischio di rimbattersi in quell'avversario invisibile». «I festeggiamenti non mancheranno, nei modi e nei tempi giusti, in attesa di poter tornare tutti insieme ad abbracciarsi al Brianteo - prosegue il club sul sito -. Non si sa ancora quando e come, ma i Bagai del Monza si faranno trovare pronti in campo per il nuovo campionato, per dare la caccia al sogno più grande. Intanto il
Monza in B, la B è in Brianza!«, conclude la società. «Il mio Monza in B? Mai avuto dubbi», commenta Silvio Berlusconi, patron del club brianzolo. «Il Monza è partito in testa e lì è sempre rimasto, aumentando via via il vantaggio fino a 16 punti alla ventisettesima giornata quando abbiamo dovuto fermarci tutti», le sue parole.
La Serie B, tuttavia, non basta: per Berlusconi ora l'obiettivo è la Serie A. «Il Monza allestirà una squadra per
puntare al vertice della Serie B. La promozione dipende, si sa, da tanti fattori, alcuni dei quali imprevedibili. Quelli prevedibili invece li abbiamo ben presenti e faremo del nostro meglio per sfruttarli a nostro vantaggio», conclude l'ex premier.

VICENZA IN B, «THE BRAVES ARE BACK»
«The Braves are Back ... è Serie B!». Con questo slogan il sito web del L.R. Vicenza festeggia la promozione tra i cadetti. Dopo aver sottolineato il rammarico per il mancato ottenimento del risultato e dei festeggiamenti allo stadio Menti la società biancorossa sottolinea, rivolgendosi ai propri tifosi, che «questa vittoria non è solo nostra ma è anche vostra. Per ogni chilometro percorso, per ogni gioia vissuta, per ogni lacrima versata, per ogni coro urlato, per averci creduto sempre e per aver sostenuto questi colori nonostante tutto e tutti, perché passo dopo passo insieme arriveremo dove, tutti voi, meritate di stare. Aspettateci ... stiamo tornando!», è il messaggio che la società lancia alle future avversarie della cadetteria. La società biancorossa ritrova la serie B dopo tre anni vissuti in terza serie, dove era retrocessa al termine della stagione 2016-2017, ma passando anche attraverso il fallimento del 2018 e l'acquisizione da parte del gruppo presieduto dal patron Renzo Rosso. Nell'estate 2019 l'arrivo in panchina di Mimmo Di Carlo e i numerosi rinforzi in rosa hanno creato i presupposti per dominare il girone B della serie C: al momento dell'interruzione il L.R. Vicenza aveva 6 punti di vantaggio
sulle più immediate inseguitrici. Ultimo aggiornamento: 20:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani