Agnelli: «La Superlega manterrà vivo il calcio»

Martedì 8 Ottobre 2019
Andrea Agnelli
Andrea Agnelli rilancia il progetto di una Super Champions, «per alzare la qualità e mantenere alto il livello d'interesse attorno al calcio». Da Londra, dove era ospite della rassegna «Leaders Week», il presidente bianconero è tornato a parlare di una lega europea, specificando però che non sarebbe un sistema chiuso in stile americano.
«Se non guardiamo avanti - la denuncia di Agnelli, presidente anche dell'Associazione dei Club Europei - finiremo per proteggere un sistema che non esiste già più. Un sistema di partite domestiche che non interessano ai nostri figli».
Agnelli ha però negato di voler cancellare i campionati nazionali: «Vogliamo solo vedere più partite europee, con una maggiore qualità. Si è detto che vogliamo uccidere le leghe domestiche. Nulla di vero, anzi riconosciamo l'importanza che il sistema resti aperto. Tutti devono avere il sogno di vincere la Champions League. Il sogno deve rimanere vivo». Ma con i giusti aggiustamenti, per evitare un eccesso di prevedibilità del torneo, come accade oggi - secondo Agnelli - in Champions League. «Se pensiamo alla fase a gruppi della Champions, tutti possiamo immaginare quali saranno le 15 o 16 squadre qualificate».
Resta però ancora da trovare una formula finale, e soprattutto costruire un largo consenso attorno al nuovo progetto. «La sfida più grande è capire che tipo di piattaforma noi club vogliamo dare a noi stessi, nell'interesse di noi stessi. Se troviamo un progetto che raccoglie il 70/80% del consenso, sarà già un grande risultato», ha concluso il presidente della Juventus.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma