Una punizione di Milik fa sorridere Ancelotti: il Napoli supera il Cagliari 1-0

Domenica 16 Dicembre 2018 di Francesco Caruso

Cagliari. Tre punti dovevano essere e tre punti sono stati per il Napoli, ma che sofferenza. E' la serata dei grandi assenti, per scelte tecniche e per infortuni, Cagliari e Napoli si presentano alla Sardegna "spuntati": Mertens, Callejon e Insigne in panchina, Pavoletti out per infortunio. I primi quarantacinque minuti sono la conferma che senza fantasia e qualità gli azzurri soffrono là davanti: la prima conclusione in porta è di Ounas, al decimo, con il tiro comodo tra le braccia di Cragno. Il Cagliari accetta il regalo e prova ad approfittarne sufrattando l'estro e la fantasia del duo brasialiano Joao Pedro Farias. All'undicesimo la fuga con tiro del 17 infiamma la Sardegna Arena: sulla respinta della difesa del Napoli Faragò ha la palla buona per l'uno a zero ma Ospina salva in angolo. Partita lenta e noiosa, che può essere sbloccata solo da un errore e al 36', su un mancato intervento di Barella a centrocampo, Milik ha l'opportunità buona, ma dal vertice dell'area tira sul fondo. Il primo tempo si conclude con l'occasione più ghiotta del match, perché il duetto tra Joao Pedro e Bradaric mette Farias solo davanti a Ospina: palla che si sta per infilare in rete, ma era tutto fermo per fuorigioco.

Il secondo tempo si apre con un Napoli rivitalizzato che crea 3 occasioni e si procura 3 angoli nel giro di 5 minuti con Fabian Ruiz grande protagonista. La partita si sblocca, con le squadre che levano il tappo ed è il Napoli a creare di più. Al 62' Mertens, subentrato con Insigne nel corso della ripresa al posto di Diawara, lancia Milik che arrivato al vertice lascia partire un gran tiro: Cragno c'è e respinge in angolo. Il Cagliari risponde con Farias che sono davanti a Ospina stacca male e si divora il vantaggio.  Maran gioca le sue (poche) armi e mette dentro Sau per Farias tra l'ovazione della Sardegna Arena. La partita vive di fiammate, con il Napoli che prende la traversa con Milik e il Cagliari che reclama un rigore, per un presunto tocco di mano in area del Napoli sul tiro di Bradaric. Ancelotti si gioca anche la carta Callejon, ma la partita sembra incanalata sullo 0 - 0. Al 91', tuttavia , dopo la notizia dei 7 minuti di recupero il Napoli, su una punizione discussa, trova il vantaggio: batte Milik che infila sotto l'incrocio, nulla da fare per Cragno. Il Napoli può tirare un sospiro di sollievo: tre punti d'oro nella rincorsa alla Juventus, nuovamente a meno otto.  
LEGGI LA CRONACA 

 

Ultimo aggiornamento: 20:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Mi metti il codice?». Quel sottile piacere di bloccare tutte le app

di Raffaella Troili