Bundesliga, vincono entrambi i Borussia,Thuram e Sancho ricordano Floyd

Bundesliga, vincono entrambi i Borussia,Thuram e Sancho ricordano Floyd
di Giuseppe Mustica
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Maggio 2020, 17:49 - Ultimo aggiornamento: 20:13

Vince il Borussia Monchengladbach, come da pronostico, sull’Union Berlino. 4-1 il finale per gli uomini di Rose, che raggiungono al terzo posto in classifica il Bayer Leverkusen. Già alla fine del primo tempo i padroni di casa sono sul doppio vantaggio grazie a Neuhaus e Marcus Thuram. Il figlio di Lilian, nella ripresa, trova la doppietta personale – quota 10 gol in stagione per l’attaccante nato a Parma – prima del sigillo di Plea con un bel sinistro al volo. Inutile, per l’Union, il gol di Andersson che per pochi minuti aveva riaperto i giochi. Alle 18 in campo il Borussia Dortmund sul campo del fanalino di coda Paderborn. 
NEL RICORDO DI FLOYD
Ieri era stato l’americano dello Schalke 04 McKennie a giocare col lutto al braccio per ricordare la morte di George Floyd, nel Minnesota. Oggi è toccato a Thuram compiere un gesto, subito virale in rete, dopo il gol. L’attaccante del Borussia si è inginocchiato quasi a chiedere giustizia per l’uomo americano rimasto vittima nei giorni scorsi. Un segno che ha sempre contraddistinto il movimento “Black Lives Matter”. Lo stesso account Twitter del club tedesco ha immediatamente postato la foto del proprio calciatore con scritto:”Nessuna spiegazione necessaria”. Anche in Germania la morte di Floyd ha fatto scalpore. 

Gioca a tennis il Borussia Dortmund di Favre, vincendo 6-1 sul campo del Paderborn, tornando a sette punti dal Bayern Monaco capolista e rispolverando Jadon Sancho. L’inglese si prende la scena non solo per la tripletta ma anche per la maglia “Justice for George Floyd” fatta vedere dopo la prima marcatura. Che gli costa anche il cartellino giallo. Ma poco male, la Bundesliga, compatta, risponde con un coro unico verso la morte dell’americano: giustizia.
DORTUMND SUPERIORE
Sotto l’aspetto tecnico la partita ha offerto veramente poco. I gialloneri, complice anche l’assenza di Haaland, hanno fatto fatica nel primo tempo a scardinare la difesa ad oltranza del Paderborn ma poi, trovato il vantaggio con Hazard al 54’, hanno dilagato. Subito dopo il gol che ha aperto la cassaforte del fanalino di coda della Bundesliga, Sancho con la tripletta che lo proietta a quota 17 reti in campionato – lievita il valore di mercato dell’esterno -, Hakimi e Schmelzer si sono divertiti nell’affondare nelle larghe maglie della squadra più perforata del campionato. Per i padroni di casa il rigore impeccabile di Hunemeier è stato solamente un colpo di coda una partita decisa, quasi, sin dall’inizio. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA