Brescia-Napoli 1-2, Gattuso vince in rimonta e ora rivede l'Europa. Cori dagli spalti: «Napoletani Coronavirus»

Venerdì 21 Febbraio 2020 di Pasquale Tina

Il Napoli vince ancora e si porta momentaneamente al sesto posto, a -3 dalla Roma. Gli azzurri passano 2-1 sul campo del Brescia, in rimonta, ribaltando nella ripresa una situazione che si era complicata nel primo tempo dopo il gol di Chancellor. Tre punti d'oro per Insigne e compagni, nonostante una prestazione non brillantissima. Lopez deve fare i conti con diverse assenze e schiera i suoi con lo schema ad albero di Natale. In cabina di regia c'è Tonali, alle spalle di Balotelli - unica punta - agiscono Zmrhal e Bjarnason. Gattuso fa un po' di turnover e sposta Elmas in mediana, dopo che nelle ultime due uscite lo aveva impiegato nel tridente d'attacco. Demme e Fabian completano il terzetto di centrocampo, davanti agiscono Politano, Mertens e Insigne. Parte forte il Napoli, che si piazza con stabilità nella trequarti avversaria. Al 2' Mertens coglie la parte alta della traversa con un velenoso tiro-cross di sinistro, pochi minuti dopo è Fabian a calciare a rete di sinistro da buona posizione: alto. La supremazia degli azzurri è continua, ma sterile. Insigne lancia lungo per Mertens che ci prova al volo a tu per tu con Joronen: conclusione forte ma centrale, il portiere del Brescia blocca. Al 26', al primo vero affondo, passano proprio i padroni di casa: calcio d'angolo di Tonali, irrompe Chancellor e segna tra le belle statuine della difesa a zona del Napoli. Gli azzurri accusano il colpo e prima dell'intervallo non riescono più a rendersi pericolosi. In avvio di ripresa, però, in pochi minuti cambia tutto. Insigne crossa dalla sinistra, Mateju ha il braccio largo e centra in pieno il pallone: per Orsato non è rigore, ma dalla sala Var lo invitano a riguardare l'episodio e il fischietto di Schio torna sui suoi passi. È rigore e dal dischetto Insigne spiazza Joronen. Cinque minuti dopo gli azzurri completano la rimonta. Fabian, fino a quel momento in ombra, riceva palla da Di Lorenzo e inventa un gol fotocopia di quello messo a segno contro l'Inter in Coppa Italia. Lo spagnolo ci riprova poco dopo: Joronen devia in corner. Lopez lancia nella mischia Skrabb e il Brescia pian piano prova a reagire. Proprio il nuovo entrato al 27' manda in porta Balotelli: clamoroso l'errore sotto porta di SuperMario. Nel Napoli dentro Milik e Zielinski per Mertens ed Elmas, poi anche Allan al posto di uno stremato Demme. La squadra di Gattuso si abbassa visibilmente, forse troppo, ma riesce a condurre in porto il risultato. La rimonta verso la zona Europa degli azzurri continua, il Brescia invece scivola sempre più verso la B.
«Napoletani Coronavirus». Questo il coro partito dalla Curva nord del Brescia alla mezz'ora della partita tra Brescia e Napoli, in corso al Rigamonti di Brescia. Il coro era stato intonato già una prima volta qualche minuto prima.

SEGUI LA DIRETTA

Guarda la classifica

 

Ultimo aggiornamento: 23:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi