Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, c'è Borja Mayoral come vice Dzeko. E Fonseca aspetta il difensore

Roma, c'è Borja Mayoral come vice Dzeko. E Fonseca aspetta il difensore
di Stefano Carina
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Settembre 2020, 09:30 - Ultimo aggiornamento: 09:33

Sempre di più nelle mani dei procuratori. Aspettando il ds, con l’uscita di scena di Longo (che ieri ha rescisso il contratto, con buonuscita) e l’inibizione di 30 giorni di Fienga per il mancato rispetto delle norme Covid-19 al San Paolo, la Roma - con De Sanctis che si sta occupando perlopiù della Primavera - si affida ancor agli agenti e agli intermediari per concludere operazioni in entrata e in uscita. Uno dei tasselli mancanti (il vice Dzeko) è stato trovato: si tratta di Borja Mayoral (nella foto). Ad offrirlo e ad occuparsi direttamente dell’operazione è il procuratore Davide Lippi. Operazione-lampo che ha ottime possibilità di andare in porto. La Roma inizialmente ha chiesto una forma diluita di pagamento che prevedesse il prestito e poi il riscatto. Ma a meno che lo spagnolo non rinnovi (è in scadenza nel 2021 come Milik, ora vicino al Tottenham) non è possibile. Si lavora quindi per limare le richieste del Real che lo valuta 13 milioni. Trattativa ben avviata. Parallelamente si lavora anche per il difensore centrale. 
L’INGLESE
L’ammissione pubblica di Fonseca di aver contattato Smalling, ha irrigidito ulteriormente lo United che continua a chiedere 20 milioni e non ha più ricevuto rilanci da parte della Roma (ferma all’offerta di 9,5 milioni più 2 di bonus). A Trigoria sono due i profili monitorati: Todibo, classe ‘99, di proprietà del Barcellona e reduce da una stagione costellata da alti e bassi in Bundesliga allo Schalke e Marcao, centrale mancino del Galatasaray, che piace anche al Lione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA