Il Bologna travolge la Sampdoria e va a +5 dall'Empoli

Sabato 20 Aprile 2019

Il Bologna per la fuga salvezza, la Samp per non dire addio ai sogni europei. Sono i temi con cui rossoblù e blucerchiati si presentano al Dall'Ara, con qualche novità. Mihajlovic deve rinunciare allo squalificato Dijks e presenta Krejcì a sinistra in difesa, con capitan Dzemaili in mediana al posto dell'ex Poli. Giampaolo, invece, cambia mezza difesa, inserendo Tonelli e Sala, puntando sugli ex Ekdal e Ramirez in cabina di regia e trequarti. Ha ragione Mihajlovic: il Bologna vince grazie all'auterete di Tonelli e alla rete di Pulgar, nuovo capocannoniere rossoblù con 6 reti (tutti nelle ultime 7 gare) e valore aggiunto di una squadra capace di macinare 16 punti nelle ultime 7 giornate. Parte meglio la Samp, che fa la partita e si fa minacciosa nei primi venti minuti, con un piazzato di Quagliarella e un inserimento di Ekdal, il cui tiro è respinto da Danilo. La partita, però, si gioca su due campi e contemporaneamente alla notizia del vantaggio dell'Empoli sulla Spal, il Bologna si sveglia e cresce alla distanza. Al 25' una ripartenza targata Dzemaili-Soriano porta Orsolini al tiro e sulla respinta di Audero Soriano si divora il vantaggio praticamente a porta vuota, sparando fuori. Tre minuti dopo i rossoblù troverebbero il vantaggio con un pregevolissimo stop e tiro di controbalzo di Dzemaili, ma il Var annulla perché sul cross di Krejcì la palla ha varcato la linea di fondo. Prima del riposo c'è tempo per un tiro a giro di Orsolini, deviato in angolo e per un cross di Krejcì che trova Soriano da solo in mezzo all'area, ma il centrocampista non inquadra la porta e al termine del primo tempo i rimpianti sono tutti del Bologna, che incassa però la notizia del vantaggio della Spal.

Il vantaggio è nell'aria e arriva nel secondo tempo, con Audero e Tonelli che combinano un disastro: sulla punizione di Pulgar, alla centesima presenza in rossoblù, Audero respinge: la palla resta in aria e nel tentativo di smanacciare, il portiere blucerchiato fa carambolare la palla sul difensore, che si macchia di una ingenua autorete. Giampaolo le prova tutte: dentro Saponara per uno spento Ramirez e Caprari (al rientro da tre mesi di stop). Ma è il Bologna a trovare il raddoppio: con Pulgar, nuovamente su punizione: questa volta il cileno trova l'incrocio, con la complicità di un Audero non perfetto. Il gol che chiude i giochi e i padroni di casa dilagano poi nel finale con Orsolini, su assist di un positivo Krejcì e con la complicità di un Audero in confusione, lanciandosi in fuga per salvezza, a più cinque sull'Empoli, a una settimana dallo scontro diretto.

Ultimo aggiornamento: 19:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA