BOLOGNA

Bologna-Spezia 4-1: super Svanberg regala la salvezza a Mihajlovic

Domenica 18 Aprile 2021 di Emilio Buttaro
Bologna-Spezia 4-1: super Svanberg regala la salvezza a Mihajlovic

Non solo il bel gioco, adesso il Bologna ritrova anche i punti. Dopo due sconfitte consecutive per Sinisa arriva un successo largo ed una posizione in classifica sempre più rassicurante. Per lo Spezia diversi passi indietro rispetto alle ultime prestazioni e mercoledi al Picco arriva l’Inter.

Nel Bologna Orsolini torna titolare, Barrow agisce sulla trequarti, Palacio terminale offensivo. Italiano schiera Bastoni al posto di Marchizza ed in attacco il tridente con Gyasi, Nzola e Verde. Si gioca sotto gli occhi del patron Saputo di nuovo al Dall’Ara dopo più di un anno.

Parte alla grande la squadra di casa ed in meno di venti minuti è già in vantaggio di due gol. Sblocca Orsolini su rigore concesso per un fallo di mano di Bastoni e subito dopo c’è il raddoppio di Barrow che a porta vuota chiude una ripartenza targata Soriano-Schouten. Lo Spezia prova a reagire, cresce col passare dei minuti e poco dopo la mezz’ora riapre i giochi in maniera rocambolesca. Sugli sviluppi di un corner Ismajili anticipa De Silvestri e batte Skorupski con palla nell’angolino basso. Ma il  Bologna si propone sempre con grande intensità  e prima del riposo soltanto il palo nega a Barrow la doppietta personale.

In apertura di ripresa ci pensa Mattias Svanberg a mettere in cassaforte il risultato nello spazio di un quarto d’ora. Lo svedese, tra i migliori interpreti della stagione rossoblu sigla una splendida doppietta mettendo dentro sempre da posizione ravvicinata sugli sviluppi di due calci d’angolo. Anche il ritrovato Orsolini sfiora il secondo sigillo personale quando conclude un’azione personale con un sinistro potentissimo sulla traversa. La squadra di Sinisa rimane concentrata e soffre pochissimo il finale degli ospiti.

Per il Bologna è un salto quasi definitivo verso la salvezza  ed il modo migliore per preparare la partita di mercoledì sempre al Dall’Ara col Torino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA