Audace Savoia, venerdì il vernissage
e sulle maglie arriva Telefono Rosa

Martedì 29 Agosto 2017
Terminata la fase di preparazione si è nella settimana che accompagnerà l'Audace Savoia all'esordio in campionato, che vedrà gli uomini di mister Greco affrontare in casa la neo promossa Play Eur. Ma la stagioen biancorossa partirà due giorni prima, ossia venerdì 
alle 18, quando presso il Castello Colonna di Genazzano ci sarà la presentazione ufficiale della rosa dell'Audace Savoia 2017/18, che rientra a tutti gli effetti nel Programma “Talento&Tenacia - Crescere nella legalità”, promosso e finanziato dall’Asilo Savoia, in una innovativa e più ampia edizione.

Tante le novità riguardo la stagione che sta per iniziare, a partire dalla maglia dei Colchoneros che si fregia di due importanti emblemi oltre al tradizionale colore “blu Savoia”, allo storico scudo sabaudo con relativo nodo in oro e allo scudetto dell'ASD Audace. Si tratta del simbolo di Telefono Rosa, la più importante associazione di volontariato nata a Roma nel 1988 con lo scopo di combattere e prevenire la violenza sulle donne, gestendo inoltre il 1522, ovvero il servizio nazionale di aiuto contro la violenza di genere istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.  L'altro elemento riguarda invece la menzione con il motto “FAIR PLAY” dopo l'importante riconoscimento della Coppa Disciplina conseguito nella scorsa stagione dall'Audace Savoia come squadra più corretta del girone B d'Eccellenza.
 
Passando alla rosa a disposizione del player manager Daniele Greco, l'età media di soli 18 anni e mezzo la rende di sicuro la più giovane dell'intero campionato. L'85% dei ragazzi provengono da aree svantaggiate, in particolare ben il 30% di essi è residente nel VI Municipio (quartieri quali Torre Angela, Castelverde, Corcolle) per citarne qualcuno, più del 20% da Val Melaina, Tufello, Fidene, Nuovo Salario e oltre il 10% dal V Municipio, ovvero Alessandrino, Quarticciolo, Centocelle etc.
 
Ognuno dei ragazzi sottoscriverà con l'Asilo Savoia un “patto di responsabilità”, che recepisce il Codice etico e la Carta dei valori di “Talento&Tenacia”. Tale patto prevede la "dote sportiva" collegata al rispetto degli impegni appunto sportivi, di volontariato (con un pacchetto orario predeterminato con cadenza mensile) e infine di crescita educativa e formativa previsti nel «progetto educativo individuale», che costituisce parte integrante del patto. Il progetto educativo allegato al patto stabilisce gli interventi di natura formativa, culturale e di sostegno all'inserimento lavorativo che l'Asilo Savoia assicura gratuitamente ai ragazzi, anche attraverso il proprio servizio SILOS (servizio di inserimento lavorativo e orientamento sociale).

In particolare nella nuova stagione sportiva si prevedono:
10 interventi di sostegno scolastico (ripresa e completamento degli studi, interventi integrativi e di sostegno per il conseguimento del diploma etc.);
 5 interventi di sostegno all'inserimento lavorativo e professionale (tirocini lavorativi retribuiti);
 5 interventi di miglioramento delle competenze linguistiche o informatiche, nonché ulteriori corsi e attività formative nel settore sportivo;
 10 ragazzi saranno inoltre inseriti nella start up sportiva "SSD Audace Savoia" nell'ambito del progetto per il recupero di un immobile sequestrato alla criminalità organizzata e che sarà adibito a palestra a vocazione sociale nel X Municipio di Roma.
 Per quanto concerne invece le attività di inclusione sociale rivolte alla fascia 6-12 anni, si prevede la concessione in forma gratuita del servizio di Scuola Calcio a 100 tra bambini e ragazzi residenti nei Municipi VI, VII e XV, nonché nei Comuni di Genazzano, San Vito Romano e Bellegra, segnalati dai competenti servizi sociali in base a situazioni di difficoltà economica o sociale del nucleo familiare, mentre per 35 di questi si prevede anche l'attivazione del "Dopo Scuola", limitatamente alla struttura della Scuola Calcio della GDC "Ponte di Nona".


A livello di attività di prevenzione delle forme di devianza e disagio giovanile, verranno inoltre ampliate e rafforzate le iniziative nelle scuole, mediante l'utilizzo della serie a fumetti "Audace Savoia, campioni in campo e nella vita", con ulteriori 2 storie sul tema dell'educazione alla legalità e 3 laboratori in altrettanti istituti scolastici - che saranno invitati anche alle due edizioni di Romics - grazie alla collaborazione avviata dall'Asilo Savoia con la Scuola Romana dei Fumetti.

Anche il Premio "Talento&Tenacia" verrà ampliato ed esteso a tutti gli under delle squadre di Eccellenza di Roma e Provincia.
Infine l'Audace Savoia, grazie alla collaborazione con l'Associazione Coro Mani Bianche Roma potrà anche contare (prima squadra in Italia), su un inno sociale eseguito in due versioni, musicale e in LIS (Lingua dei Segni) che saranno eseguite ufficialmente il 23 settembre a Genazzano in occasione della Festa dello Sport e di cui è in preparazione anche il video musicale realizzato con il coinvolgimento dei giovani componenti del Coro e dei ragazzi della squadra. Ultimo aggiornamento: 30 Agosto, 12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani