ROMA

Roma, colpo doppio: presi Mancini e Veretout. Dettagli e risvolti delle trattative

Mercoledì 17 Luglio 2019 di Stefano Carina
Jordan Veretout
A 24 ore dalla prima amichevole stagionale contro il Tor Sapienza (aperta ai media), Fonseca incassa il doppio rinforzo: Mancini e Veretout. Nella stessa giornata, Petrachi chiude una doppia operazione che garantisce al tecnico portoghese il primo difensore titolare (ne manca un altro) e un centrocampista che va a completare il pacchetto in mediana, in attesa della partenza di qualche esubero (Gonalons, Coric e Nzonzi). Soltanto a fronte di queste cessioni, la Roma lancerebbe poi l’assalto ad Almendra, 19enne del Boca Juniors, per il quale il club argentino continua a chiedere il pagamento della clausola rescissoria di 27 milioni. 
LONDRA LONTANA
L’accelerazione per il difensore è arrivata lunedì, nel momento in cui il ds salentino s’è reso conto delle difficoltà insorte per arrivare a Alderweireld. Qualche indicazione, tra l’altro, se l’era lasciata sfuggire anche nella conferenza stampa di Spinazzola, parlando della trattativa al passato, come se ci fosse stata una frenata. E in effetti, il Tottenham non è disposto (per ora) a concedere sconti: c’è una clausola di 28 milioni che scade il 25 luglio. Anche dopo, il prezzo rimane quello. Così la Roma nel giro di poche ore ha chiuso un’operazione rimasta a lungo in stand-by. Certamente per le richieste iniziali dell’Atalanta (partita da 30 milioni) ma anche per qualche perplessità tecnico-tattica del dirigente. L’affare va in porto alle condizioni di Petrachi: prestito biennale e pagamento diluito in più annualità (2 milioni per il prestito, 19 per il riscatto ai quali aggiungere 4 di bonus legati ai risultati individuali e di squadra). Nonostante questo sarà il difensore più caro dell’era americana. Oggi Mancini è atteso a Villa Stuart per le visite mediche. 
MEDIANA COMPLETA 
Capitolo Veretout: lunedì sera il centrocampista era atterrato a Pisa, proveniente da Nantes, proseguendo poi per Firenze. Ieri ha atteso notizie dal meeting andato in scena a Trigoria. La richiesta (2,7 milioni a stagione, più un bonus di un milione al raggiungimento della Champions) del francese è stata mitigata dopo due ore di colloquio. La proposta giallorossa è di 2,3 di base più benefit (volti a raggiungere la domanda iniziale). La pubblicità voluta dare all’incontro dal manager dell’ex Saint Etienne, ha subito lasciato intendere come l’intesa tra Roma e Fiorentina fosse ormai raggiunta. E infatti, già nel primo pomeriggio da Firenze, rigorosamente off the record, è arrivata la conferma: andrà alla Roma. A fronte della richiesta viola di 25 milioni, poi scesa nell’ultima settimana a 22, Petrachi è riuscito ulteriormente ad abbassare la valutazione complessiva a 19 milioni (17+2 di bonus), superando così l’offerta del Milan, ferma a 18 (16+2). A Giuffredi il ds è poi tornato a chiedere informazioni su Hysaj ancora nel mirino dei giallorossi. Defrel, a lungo possibile contropartita tecnica, è stato tolto dalla trattativa. E ora il francese può rappresentare una doppia risorsa. Per Fonseca, almeno in queste prime amichevoli, che in attesa del nuovo centravanti (e con Dzeko in partenza, destinazione Inter) ne sta apprezzando le qualità in allenamento. Oppure, ipotesi più probabile, come pedina sul mercato. Il Cagliari continua il pressing ma offre 12 milioni. La Roma valuta l’attaccante (reduce da una buona stagione con la Sampdoria dove ha segnato 11 reti) almeno 15. Ultimo aggiornamento: 11:05


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma