Apollon-Lazio, le pagelle: Luiz Felipe da dimenticare, Correa & Caicedo è una serata no

Venerdì 30 Novembre 2018 di Alberto Abbate
1
E’ la grande chance di chi ha trovato sinora meno spazio, ma a Cipro non si vede né la grinta né il coraggio. 
PROTO 5,5 
Al primo e unico tiro, un gol: è un gran gesto tecnico, ma lui viene beffato al centro. Bene solo nelle uscite. Sorpreso. 
BASTOS 5 
Dopo 4’ rischia il rigore per l’Apollon in scivolata. E’ falloso in ogni intervento. A dir poco maldestro. 
LUIZ FELIPE 4,5 
Ha personalità, ma non basta. Non fa nulla per sbilanciare Faupala in rovesciata, si lascia tagliare da Maglica. Inesperto. 
ACERBI 6 
Anche sul centro-sinistra imposta, lancia e guida. Addirittura s’invola e porta avanti iniziative. Determinato. 
CACERES 5,5 
Fa il compitino, da uno con la sua carriera ci si aspetta ben altro aiuto. Mette una sola palla buona in attacco. Svogliato.
MURGIA 5 
Sbaglia molti passaggi, non è deciso negli inserimenti. Forse è la sua ultima partita prima del prestito a gennaio. Bocciato CATALDI 5,5 
Gioca da capitano. E’ l’unico pericoloso su punizione, ma c’è una deviazione. Diligente.
BERISHA 5 
Dopo 17’ sfiora il palo con un bel tiro. Poi però perde troppe palle, compresa quella del raddoppio dell’Apollon. Convalescente.
DURMISI 5
Lascia tranquillamente crossare Joao Pedro, sbaglia di continuo gli stop e non riesce a rientrare su Markovic. Distratto. 
CORREA 5 
Al 20’ calcia sopra la traversa. Fa tanti dribbling, ma dal primo minuto non trova l’arrosto. Fumoso. 
CAICEDO 5,5 
Fa sempre le sponde per far salire la squadra e ripiega per aiutare. E’ prezioso, ma mai pericoloso. 
ROSSI 5,5 
E’ al suo esordio stagionale, non gli arriva una palla giocabile. Difficile così mettersi in mostra.
LULIC 5,5 
Entra e gioca dopo anni sulla fascia destra, sforna gli unici veri cross in pochi minuti. Trenino
ARMINI n.g.
In campo nel finale al posto di Caicedo
INZAGHI 5 
Fa esperimenti (anche il 4-4-2 nella ripresa) in vista del futuro, la risposta delle sue riserve non è la migliore. Deluso. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Whatsapp parla chiaro: studenti on line in classe

di Raffaella Troili