Napoli, Ancelotti non si fida del Salisburgo: «Giocheremo senza fare calcoli. Vogliamo vincere»

Mercoledì 13 Marzo 2019 di Pasquale Tina

SALISBURGO - “Affronteremo il Salisburgo senza fare calcoli. Disputeremo la nostra partita e proveremo a vincere”. Carlo Ancelotti ha dettato la sua ricetta alla vigilia in vista della sfida di domani (inizio alle 18.55) alla Red Bull Arena: il Napoli non dovrà pensare al 3-0 dell’andata per blindare la qualificazione ai quarti di finale di Europa League. “Il nostro atteggiamento sarà lo stesso del match del San Paolo, non cambieremo la nostra impostazione. Sicuramente il Salisburgo sarà più offensivo. E’ un avversario molto temibile nel primo pressing, ma se riusciamo a superarlo, possiamo renderci pericolosi”. Il Napoli, dunque, è pronto a sfruttare gli spazi per segnare quanto prima il gol che chiuderebbe il discorso. Il compito sarà affidato sicuramente a Milik. “Giocherà sicuro. Sul partner offensivo devo ancora decidere”. L’impressione è che Insigne sia favorito su Mertens: “Le parole di Lorenzo nel post Sassuolo? Lo sfogo è comprensibile, si sente tanta responsabilità. E’ nato a Napoli, è cresciuto in questa squadra ed è sempre più importante”. Adesso indossa pure la fascia da capitano e proverà a mettersi in mostra contro il Salisburgo per alimentare il sogno Europa League che è il vero obiettivo del Napoli. Ne ha risentito pure la prestazione con il Sassuolo. “Quando c’è un turno di campionato in mezzo ad una qualificazione, diventa più difficile dal punto di vista fisico e mentale. La prestazione è stata negativa e fortunatamente ci siamo salvati con il pareggio finale”. L’atteggiamento con il Salisburgo sarà diverso. 
LA FORMAZIONE. Ancelotti non farà esperimenti. L’unica variazione riguarda la coppia difensiva. Maksimovic e Koulibaly sono squalificati, quindi toccherà a Chiriches e Luperto che insieme non hanno mai giocato. “Ma sono tranquillo – spiega Ancelotti – Chiriches è molto affidabile e lo ha dimostrato. Stesso discorso per Luperto: è stato sempre puntuale, quando ha giocato”. In porta ci sarà Meret, Hysaj e Mario Rui completeranno il quartetto arretrato.

Ultimo aggiornamento: 18:36


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Gli strapperei le braccia»: Dessì e la cura al malaffare

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma