Allegri, scommesse nel mirino dell’antiriciclaggio. Il tecnico: «Estraneo a qualsiasi attività illecita»

Allegri, scommesse nel mirino dell antiriciclaggio. Il tecnico: «Estraneo a qualsiasi attività illecita»
di Alberto Mauro
2 Minuti di Lettura
Domenica 6 Giugno 2021, 11:53 - Ultimo aggiornamento: 12:30

Max Allegri nel mirino dell’antiriciclaggio, per soldi provenienti dall’estero e ricevuti da società riconducibili al gioco d’azzardo e scommesse. Secondo “La Verità” al vaglio dei risk manager della banca dell’attuale tecnico della Juventus ci sarebbero alcuni movimenti sospetti negli ultimi anni. In particolare numerosi pagamenti dall’estero effettuati da una società maltese (accusata di raccolta illecita di giocate e sotto inchiesta con accuse di truffa aggravata ed evasione fiscale).

Sizikova, l’arresto nella sala massaggi al Roland Garros per aver "truccato" un game

Più di 350 mila euro spesi in due casinò all’estero (non è un mistero la passione di Max per il gioco d’azzardo) e quasi mezzo milione di euro di acquisti con la carta di credito tra il 2018 e il 2019, secondo Bankitalia importi frutto di vincite di scommesse, anche se non è dato sapere in quali ambiti, sportivi o non.

Le dichiarazioni

La smentita da parte del tecnico livornese non ha tardato ad arrivare: «Con riferimento alle notizie pubblicate sul mio conto in data odierna, mi dichiaro con assoluta fermezza del tutto estraneo a qualsiasi attività illecita o irregolare e, tanto meno, a qualsiasi operazione violativa della normativa sull'antiriciclaggio». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA