La Virtus Roma cancella Scafati. Promozione ad un passo

Domenica 14 Aprile 2019 di Marino Petrelli
Virtus Roma e Capo d'Orlando, la promozione in serie A si deciderà all'ultima giornata. Vincono i siciliani, vince Roma, ora la massima serie passa attraverso gli utlimi 40 minuti. Sabato prossimo, la Virtus andrà a Legnano mentre l'Orlandina ospiterà Trapani. Ai ragazzi di coach Bucchi basterà vincere per tagliare il sospirato traguardo. 

Con un occhio alla partita che cominciava al PalaEur e uno verso il netcasting della Lega sperando che la rimonta di Latina si concretizzasse completamente. Così i quasi tre mila tifosi della Virtus Roma hanno vissuto gli ultimi minuti della partta di Capo d'Orlando che, avanti per tutta la partita anche con vantaggi in doppia cifra, ha rischiato un ritorno clamoroso della Benacquista Latina che è andata a meno uno a dieci secondi dalla fine, ma non è riuscita a completare la rimonta perdendo 93-96. Incredibile partita di Triche, ex Roma, con 38 punti e 6/11 da tre punti. 

Con il risultato di Latina acquisito, la Virtus scendeva in campo con la voglia di non commettere errori contro Scafati, anche ricordando qualche ruggine della partita di andata persa con alcune decisioni arbitrali non favorevoli. Il 29-19 del primo quarto ha messo subito le cose in chiaro, poi il 24-9 del terzo periodo ha chiuso la partita. 91-64 il risultato finale con cinque giocatori in doppia cifra, il 38 per cento da tre e 44 rimbalzi contro 31. Una prova corale che cancella la brutta sconfitta a Treviglio di sette giorni e permette alla Virtus di rimanere padrona del proprio destino. E' un momento importante aveva detto coach Bucchi alla vigilia della partita contro Scafati, ora lo è di più. La Serie A è ad un passo, basta crederci.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Davide si è inventato un lavoro: proteggere i gatti sui balconi di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma