Prima la protesta, poi la vittoria: la Virtus Roma passa a Brescia

Sabato 31 Ottobre 2020 di Marino Petrelli
Prima la protesta, poi la vittoria: la Virtus Roma passa a Brescia

BRESCIA - Prima la protesta, poi la vittoria. Serata dalle mille e mozioni al Pala Leonessa. Si comincia con una sorpresa: alla prima azione della partita, Baldasso fa trascorrere i 24 secondi senza organizzare nessun gioco. E’ chiaro il riferimento al mancato pagamento anche della seconda mensilità da parte della società capitolina. Sul campo la Virtus gioca una partita molto generosa e vince credendoci molto di più di una Leonessa apparsa a tratti senza idee e con appena 4/21 da tre punti. Finisce 64-70, grazie al terzo periodo da 10-20 e agli ultimi tre minuti quando, sotto 64-58, fa un parziale da 0-12. Campogrande miglior marcatore con 19 punti e 5/7 da tre, Hunt ritrova la sua forza sotto canestro e piazza una "doppia doppia" da 14 punti e 10 rimbalzi, Wilson 11 punti, Baldasso 10. Brescia si smarrisce nel tiro da tre, 3/4 nel primo quarto, poi 4/21 alla fine, e manca in alcuni suoi protagonisti, Crawford e Cline rispettivamente con due e sei punti. Si salva per i padroni di casa il solo Ristic con 14 punti e 9 rimbalzi. 

LA PARTITA

Brescia e Roma devono fare i conti anche loro con il Coronavirus. Kalinoski da una parte e Telesca dall’altra. La Leonessa trova subito l’11-4. Sul 15-9 Bucchi chiama time out e cerca di dare la sua tradizionale “energia” al gruppo. Campogrande e Biordi danno minuti ai titolari, Hunt si sblocca in attacco e riavvicina la Virtus sul 20-16. Brescia, con esperienza e un paio di fischi arbitrali da rivedere, ritrova la via del canestro. Al decimo è 29-18. Campogrande e Robinson provano a dare la scossa: 31-27 al 14esimo. Brescia, pur tirando male da tre (0/8 nel quarto), tiene in difesa e Roma non capitalizza due, tre transizioni che la terrebbero a stretto contatto. Al riposo lungo è 41-34.

Al rientro in campo, Campogrande commette terzo e quarto fallo in fila, ma Wilson trova la tripla del 47-41, poi Robison appoggia il canestro del 47-43 al 25esimo. La Leonessa si smarrisce, Hunt lotta come un leone, Beane inchioda la schiacciata in contropiede: al 26 è 49-49. Il pivot regala addirittura il primo vantaggio della Virtus in tutta la partita sul 49-51. Al terzo riposo è 51-54 (parziale da 10-20). Roma non trema davanti al rientro della Leonessa: al 35esimo è ancora 60-58. Bresci avanti 64-58, poi non segna più fino alla fine. Campogrande e Hunt pareggiano sul 64 a cento secondi dalla fine. Robinson inventa un canestro e si prende il fallo anti sportivo di Vitali: Roma è avanti 64-67 a 52 secondi dalla fine. Campogrande mette la tripla del 64-70 a 19 secondi dalla fine. Non c'è più tempo, Roma vince con pieno merito. Un segnale al campionato e alla stessa società: questa squadra non può e non deve scomparire. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA