Pistoia vince la sfida salvezza: Reggio Emilia cade ancora in casa

Sabato 24 Novembre 2018
Dominique Johnson
La Grissin Bon cade ancora in casa, perdendo 82-84 il match-salvezza con Pistoia che, viceversa, incamera la seconda vittoria consecutiva e respira. Match winner per i toscani il rientrante Kerron Johnson, ben coadiuvato da un sorprendente Martini. In casa reggiana si salvano Ledo e i due giocatori cittadini: Mussini e Cervi. Buono spunto iniziale dei padroni di casa, con Aguilar in grande spolvero che firma sette dei primi nove punti dei suoi e spinge Reggio al primo abbrivio: 9-4 al 3'. Pistoia però resta solida e in breve impatta facendo vedere che è presente nel match. Successivamente una «bomba» di Severini, doppiata da quella di Johnson, permette agli ospiti di mettere la freccia in finale di quarto: 13-19. Nel secondo aprono bene gli emiliani grazie a un volitivo Aguilar, ma in difesa si palesano i soliti problemi. Per di più l'Oriora colpisce con precisione chirurgica pervenendo all'intervallo lungo sopra 32-40.

Al ritorno dall'intervallo lungo i toscani sono più pronti e si prendono la doppia cifra di margine, la Pallacanestro Reggiana fa fatica a trovare giocate efficaci in attacco e si affida a iniziative estemporanee, che non incidono sull'inerzia del confronto. Poi due «bombe» consecutive di Mussini scaldano il pubblico e quando Ledo piazza la terza, la Grissin Bon arriva a -5 costringendo il tecnico toscano Ramagli,a rifugiarsi in time-out. Goccia dopo goccia Reggio si riavvicina e al 5' la partita è riaperta: 69-71. Pistoia ritrova però inerzia tornando a +7, ma il talento di Ledo vola sopra tutto e a 18 secondi dalla fine è parità (82-82) con l'Oriora a giocarsi l'ultimo pallone. Kerron Johnson si gioca contro uno contro uno contro Mussini, nessuno dei compagni aiuta il giovane reggiano e per l'americano è facile segnare il canestro della vittoria. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Whatsapp parla chiaro: studenti on line in classe

di Raffaella Troili