Campionato, l'inizio è col botto. La Fortitudo Bologna passa a Pesaro

Martedì 24 Settembre 2019 di Marino Petrelli
Riparte il campionato con la vittoria esterna della Pompea Bologna sul campo di Pesaro. Alla Vitifrigo Arena finisce 72-80. Decide il terzo periodo in cui la Fortitudo mette la freccia e non si ferma più. Daniel segna 17 punti, Leunen fa 10 + 10 rimbalzi, Aradori 11. A Pesaro, senza Pusica e ancora molto indietro di condizione, non bastano i 22 punti di Barford, con appena 7/18 dal campo, e un buon Totè da 12 punti e 8 rimbalzi. Pesaro paga le basse percentuali da due e appena nove assist contro 15. Domani e giovedì il resto delle partite della prima giornata.

Quasi mille tifosi accompagnano il ritorno della Fortitudo in Serie A. E la squadra allenata da coach Martino ripaga subito con un ottimo avvio: 8-13 al quarto. Barford pareggia per Pesaro, ma Leunen allunga a fine primo periodo 18-23. Bologna è più reattiva, Mancinelli e Daniele Cinciarini allungano fino al 28-36 al 14esimo. La squadra di casa trova una reazione di orgoglio e chiude avanti 41-40 al riposo lungo. 

Al rientro in campo, Bologna riparte in quarta. Daniel e Leunen sono una costante spina nel fianco della difesa pesarese. Il vantaggio esterno si dilata: 44-56 al 25esimo. I padroni di casa sono sulle gambe, Mancinelli sigla il 46-66. Zanotti accorcia 48-66 per la fine del terzo periodo. Il giovane Dellosto, classe 2000 di scuola Reggio Emilia, entra in partita e con sette punti in fila rilancia Bologna sul 50-72. La partita sembra finita, la Vuelle ha un sussulto di orgoglio: 65-77 al 37esimo. Non c'è più tempo per recuperare, vince Bologna 72-80 con pieno merito. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma