La AX è solida, il Pana è battuto 96-87. L'Europa sorride all'Olimpia

Giovedì 9 Gennaio 2020 di Marino Petrelli

E' festa grande al Forum, l'Olimpia batte il Panathinaikos e festeggia come meglio non avrebbe potuto il suo ottantaquattresimo compleanno. Era infatti il 9 gennaio 1936 quando lo storico presidente Adolfo Bogoncelli decise di mettere una data certa ai natali delle "scarpette rosse". L'attualità dice che la AX vince 96-87 ed la decima vittoria in Eurolega che mette al sicuro il doppio confronto contro i greci. Decide il secondo quarto da 25-16, poi Milano gestisce e vince con merito. Sergio Rodriguez 22 punti, Sykes 17. Ottimo Moraschini con 12 punti e sei rimbalzi. Per il Pana, Fredette 28 con 5/8 da tre, Thomas 15, Calathes appena 4 punti con 1/10 dal campo ma 11 asssit. 

Milano, sotto gli occhi emozionati di Dan Peterson che compie gli anni nello stesso giorno dell'Olimpia, lascia fuori Nedovic, Burns, Cinciarini e Mack, ormai ai margini delle rotazioni. Si parte con un quintetto "alto": Rodriguez da play, Micov viene spostato a guardia, Brooks, Scola e Tarczewski sotto canestro. Il Pana parte forte, 2-8, ma Milano con pazienza rientra e sorpassa, 13-12, con la tripla di Roll. Il primo periodo si chiude 19-18. Moraschini ha energia, segna da tre punti, poi trova una schiacciata da urlo per il 24-18. L'Olimpia tocca il massimo vantaggio, 33-25, i greci non mollano, Milano allunga 44-34 al riposo lungo. Moraschini è a 10 punti, Rodriguez a 9.

Al rientro in campo, segnano tutti da tre da una parte e dall'altra. Milano resta avanti 58-49 al 26esimo. Sykes è ovunque, stoppa in difesa, segna da tre per il 68-55, chiude il terzo periodo sul 73-57. A differenza di altre partite, la AX costruisce proprio in questo quarto un vantaggio importante.  Mitoglou trova la tripla del 78-65 al 33esimo, ma l'Olimpia controlla la partita con intelligenza. "Chacho" Rodriguez segna la quattordicesima tripla di serata per i padroni di casa per l'83-68 al 36esimo. Gudaitis mette cinque punti in fila per il 91-74, Fredette ne mette sette, il Pana torna sul 91-84 a 70 secondi dalla fine. Nel momento di maggiore difficoltà, Sykes si prende un antisportivo, Rodriguez la chiude. Finisce 96-87 e stasera sale al sesto posto in Eurolega. 

MALE LE ALTRE ITALIANE 
Giornata negativa per le italiane in Europa, esclusa la Germani Brescia che, alla fine di una partita altalenante e dal basso punteggio, batte Patrasso 63-59 e apre al meglio le Top 16 di Eurocup. Male la Virtus Bologna, sconfitta nettamente 99-81 a Belgrado dal partizan che fa il break nel secondo periodo (chiuso 36-19) e gestisce la partita. Sconfitte esterne anche per la Reyer Venezia, quasi mai in partita a Oldenburg. Recupera dal meno 26 al meno 8, ma alla fine soccombe 98-87. Stessa sorte per la Dolomiti Energia Trento che tiene bene in casa del Darussafaka, ma nel finale perde lucidità anche a causa di alcuni fischi arbitrali non favorevoli e perde 63-59. Perdono in Champions league il Banco Sardegna a Ostenda, 88-82, e la Happy Casa Brindisi 88-93 in casa contro il forte Digione, tra le favorite a vincere la competizione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA