Eurolega, Milano passa a Gran Canaria dopo un supplementare

Eurolega, Milano passa a Gran Canaria dopo un supplementare
di Marino Petrelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Febbraio 2019, 23:32

Partita intensissima alla Gran Canaria Arena. La vince Milano 104-106 dopo un tempo supplementare. Una vittoria di carattere nonostante la squadra di Pianigiani abbia rischiato di rovinare tutto nel finale dei tempi regolamentari non riuscendo a chiudere la partita. Una vittoria fondamentale per continuare a sperare nella qualificazione tra le prime otto. Micov è protagonista con 24 punti e la tripla decisiva a 30 secondi dalla fine del supplementare. James ne scrive 22, bene Nunnaly, appena arrivato, 22 anche lui. A Gran Canaria non basta Eriksson da 28 punti e 5/11 da tre

Milano gioca la sua cinquantesima partita di stagione in tutte le competizioni (36-13 il bilancio) senza Nedovic e Tarczewski ancora infortunati, ma con l'innesto di James Nunnaly, ex Avellino e finalista delle ultime due edizioni di Eurolega con il Fenerbahce. Avvio Olimpia: 4-13, poi 9-19 al settimo. James è già 12 punti. Strawberry, Eriksson e Baez riaprono la partita: 18-21. Lo svedese regala allo scadere la tripla del 28-27, primo vantaggio spagnolo di tutta la partita. Si segna pochissimo, Gudaitis cade male sul ginocchio sinistro dopo una buona difesa ed è costretto a uscire in barella, Nunnaly regala il 32-33 al 16esimo. Eriksson mette la sua quarta tripla di serata per il 42-37, Gran Canaria avanti al riposo lungo 46-39 con il 58 per cento da tre. 

Milano fatica a segnare, anche a causa di percentuali da tre inferiori rispetto ad altre serate. Gran Canaria è avanti 58-49 al 24esimo, poi 64-55. Da questo momento, la AX difende meglio e con pazienza si riavvicina e sorpassa 64-65 al 28esimo grazie anche ad una percentuale ai liberi da quasi il 90 per cento. All'ultimo riposo Nunnaly chiude 67-68. Omic mette quattro punti in fila per il mini break ospite: 72-76 al 33esimo. Ancora il lungo sloveno si fa valere sotto canestro per il 75-81. James fuori per falli, Eriksson rientra dopo parecchi minuti in panchina, ma Nunnaly e Micov tengono MIlano avanti 82-87 al 38esimo. Non è finita. Gran Canaria trova l'86-87 a 20 secondi dalla fine. Micov mette i liberi dell'86-89. Eriksson inventa la tripla del pareggio, 89-89, a due secondi dalla fine con Pianigiani che si infuria perchè aveva chiesto un fallo prima del tiro.

Non c'è più tempo, si va al supplementare, dove le emozioni sono molto forti. Nunnaly prende per mano l'Olimpia, 94-98 al 43esimo. Micov mette una tripla senza paura per il 98-103 a 23 secondi dalla fine, Baez quella del 101-103. Nunnaly è ancora freddo dalla lunetta, 101-105, Tillie ancora da tre per il 104-105 a otto secondi. L'ex Avellino subisce un altro fallo, mette un solo libero, 104-106, Eriksson ha la tripla della vittoria ma la sbaglia. 

Nelle altre partite, grande sorpresa ieri all'Audi Dome dove il Bayern Monaco batte il Fener primo in classifica dopo un tempo supplementare. I tedeschi, vera rivelazione dell'Eurolega, restano settimi. Vincono CSKA Mosca, Real Madrid e Barcellona. Importante vittoria di Baskonia che asfalta il Maccabi Tel Aviv e resta davanti all'Olimpia che tra sette giorni è attesa in casa dal Darussafaka. Una partita da vincere a tutti i costi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA