Roma, brusco stop a Brindisi. Bene Milano, Virtus Bologna e Trieste

Domenica 4 Ottobre 2020 di Marino Petrelli
Bucchi

Roma quasi inesistente a Brindisi, che fa la differenza nel secondo periodo, poi dilaga e chiude agevolmente. La squadra capitolina dovrà lavorare molto in settimana in attesa del nuovo impegno casalingo di domenica prossima contro Sassari sconfitta in casa da un’ottima Trieste. Vincono anche l’Olimpia Milano, facile su Treviso, e la Virtus Bologna con un libero di Abass a 12 secondi dalla fine. Ieri nell’anticipo, bella vittoria di Reggio Emilia a Trento 81-87. Taylor 19 punti Elegar 17 regalano la prima vittoria in campionato per gli emiliani. 

HAPPY CASA BRINDISI - VIRTUS ROMA 92-67 

Senza Evans, che si è rotto il tendine di Achille in settimana, la Virtus ritrova Campogrande, ex di turno così come Piero Bucchi che a Brindisi è stato cinque anni e che viene applaudito dai quasi mille spettatori presenti. La New Basket scatta subito 13-6 con tre triple di Harrison, 22-15 al decimo. Hunt, dopo un piccolo infortunio nel primo quarto, trova i suoi primi due punti per il 30-24 al 14esimo. E’ l’ultimo sussulto per la Virtus, Brindisi spinge sull’acceleratore con Harrison (già a quota 19), Udom e Gaspardo. Al riposo lungo è 47-29. La partita sembra già segnata anche perchè Roma tira male da tre, 3/14. Brindisi vola sul +26 e i titoli di coda scorrono già al 24esimo. Al 30esimo è 74-49, il finale è 92-67. Wilson, 20 punti, e Robinson con 13 gli unici a salvarsi per Roma. Baldasso 11 punti, ma 4/15 dal campo. 9/27 da tre punti e appena 35 rimbalzi contro i 47 di Brindisi. 

VANOLI CREMONA - UMANA REYER VENEZIA 66-83

Venezia sfrutta appieno il suo roster per costruire una vittoria di squadra, 66-83, giocando una pallacanestro corale. Ottimo il contributo dei lunghi (Watt 14 punti, Fotu 12) e in generale sotto le plance, Tonut è decisivo quando c’è da chiudere il match, per lui alla fine 14 punti. Subito 0-7 all’inizio, poi 14-25 al decimo e 37-45 al riposo lungo. Cremona lotta, prova a rimanere agganciata alla partita, 50-60 al 30esimo, ma Venezia non concede nulla e chiude 66-83. Nella Vanoli, applausi per TJ Williams, 19 punti e tanta qualità. 

AX MILANO - DE LONGHI TREVISO 104-64

Tutto facile per l’Olimpia che, dopo le sofferenze in Eurolega (vittoria al supplementare a Monaco di Baviera), trova due punti quasi senza sforzi. Il primo quarto segna già il solco, 24-12. Al riposo lungo è 49-34. Treviso prova nei primi due minuti al rientro in campo a rimanere in partita, ma un break decisivo lancia i padroni di casa sul 77-46. Ultimo quarto solo per il punteggio finale, fissato sul 104-64. Milano manda cinque giocatori in doppia cifra, Leday 25 punti e 12 rimbalzi, Shields 15 punti e 5 assist, tira con il 46 per cento da tre e prende 38 rimbalzi contro i 30 di Treviso. 

LAVORO PIU' FORTITUDO BOLOGNA - OPENJOBMATIS VARESE 83-88

La Openjobmatis parte per Bologna dopo che due giorni fa sono stati trovati positivi al Coronavirus il capitano Ferrero e il vice allenatore Cavazzon. Senza il secondo tampone, Lega e Fip danno l’ok alla squadra lombarda di giocare. Avvio tutto ospite, 22-29 al decimo. La Fortitudo, senza Banks infortunato, si scuote e trova il vantaggio 45-44 al riposo lungo. Equilibrio fino al 58-58, poi Bologna piazza un parziale da 9-3 e chiude avanti 67-61 il terzo periodo. Scola e Strautins fanno valere la loro forza, Varese sorpassa 76-78 al 36esimo. La Fortitudo, pur avendo cinque giocatori in doppia cifra (Happ 12 punti e altrettanti rimbalzi, Aradori 16 punti con sei rimbalzi), si perde nel finale e Varese passa 83-88 (ultimo parziale da 16-26)tirando con il 50 per cento da tre e avendo Douglas e Scola con 33 punti in due. Strautins 14 punti e 12 rimbalzi. 

GERMANI BRESCIA - SEGAFREDO BOLOGNA 80-81

Un tiro libero dell’ex Abass regala una sofferta vittoria alla Virtus Bologna. A un minuto e mezzo dalla fine la partita era praticamente persa (-5), poi i bianconeri sono stati bravi a riprenderla. Decisiva una stoppata di Hunter, 14 punti, e, come detto, il libero dell’ex Abass. Nell’ultima azione Vitali ha provato la “tabellata” che in passato aveva condannato le Vu Nere, ma stavolta non gli è andata bene. Brescia spesso avanti, 24-23 al decimo, poi 44-36 al riposo lungo, non trova il guizzo decisivo, pur essendo ancora avanti 80-75 con la tripla di Chery (24 alla fine per lui con 6/8 da tre) a 80 secondi dalla fine. Teodosic 19 punti e 7 assist. Bologna resta imbattuta. 

BANCO SARDEGNA SASSARI - ALLIANZ TRIESTE 72-74

Una tripla di Milton Doyle regala il successo esterno a Trieste che, dopo un avvio difficile, 22-11 al decimo, aggiusta la mira e chiude 37-35 al riposo lungo. Un break triestino regala il +4 a metà terzo periodo, ma Pusica e Burnell (alla fine rispettivamente 16 e 15 punti) tengono a galla la Dinamo. Ultimo periodo punto a punto, si arriva al finale. Doyle trova la tripla del sorpasso, Stefano Gentile sbaglia quella della vittoria. Sul rimbalzo non ci sono mani sarde e l’Allianz passa con merito restando imbattuta in campionato. Fernandez con 20 punti guida gli ospiti, Doyle ne segna 14, Alviti 11, Graziulis 4 ma con ben 11 rimbalzi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA