Italbasket ancora a picco. La Turchia sorpassa nel finale

Domenica 18 Agosto 2019 di Marino Petrelli
La Turchia vince la partita delle "deluse" del torneo dell'Acropolis. In un'Oaka almeno all'inizio semi deserto, finisce 72-70 con un recupero turco nell'ultimo quarto in cui l'Italia segna appena nove punti. Non basta Gentile da 26 punti (11/14 da due) e Hackett che ne segna 16. Il 5/20 da tre è lo specchio del torneo, chiuso con un complessivo 14/70, un 20 per cento insostenibile ai Mondiali. Osman per i turchi ne scrive 20, Ilyasova 16.

Italia come sempre senza Gallinari e Datome, Hackett è recuperato in cabina di regia. Turchia con tanti naturalizzati che possono fare la differenza in vantaggio 7-4 al quinto minuto, poi 12-9 all'ottavo. Ale Gentile trova energia e punti dalla panchina, parziale azzurro di 0-10 e fine quarto 12-19. La partita vive momenti di pallacanestro quanto meno rivedibili, ma stasera l'Italia ha qualche idea in più. Italia avanti 13-24 al 13esimo, poi la Turchia si sveglia. Ilyasova e Balbay riducono 28-29, Osman mette due triple in fila tre per il 36-31. Al riposo lungo è 38-35 (parziale turco di 25-11 negli ultimi sette minuti)

Hackett è lucido al rientro in campo, Gentile continua a regalare lampi di grande classe. L'Italia torna avanti 41-51 al 25esimo in una girandola di parziali e contro parziali. Tessitori ancora con molti falli nonostante la sua generosità. Azzurri in vantaggio 48-61 all'ultimo riposo con la schiacciata di Biligha e la stoppata di Gentile sulla sirena. Il play del Cska Mosca e Biligha tengono ancora l'Italia in ritmo, 53-66, ma la Turchia non molla mai, 60-66 al 36esimo. Azzurri in affanno, il pareggio sul 66 arriva al 38esimo. La Turchia sorpassa, Gentile sbatte contro il muro della difesa nell'ultima azione. Finisce 72-70 con appena nove punti segnati nell'ultimo quarto. Da domani l'Italia sarà in Cina. Giocando così, il Mondiale sarà tutto in salita.


  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma