Italbasket, la Grecia è un muro. Arriva la sconfitta 83-63

Italbasket, la Grecia è un muro. Arriva la sconfitta 83-63
di Marino Petrelli
2 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Agosto 2019, 21:54

Livello sempre più alto per l'Italbasket a quindici giorni dall'esordio mondiale contro le Filippine. All'Oaka, la casa del Panathinaikos, gli azzurri cedono nettamente 83-63. Troppo netto il divario tra le due squadre, almeno in questo momento della preparazione. La stella Nba Giannis Antetokounmpo segna 18 punti in diciannove minuti di utilizzo, prende una decina di rimbalzi e dimostra di essere un punto di riferimento per la sua nazionale. Calathes 7 assist, Boroussis 17 rimbalzi. L'Italia invece di riferimenti ne ha pochi, le percentuali sono basse, pessime da tre con 3/28, c'è ancora tanto da lavorare. Hackett, 12 punti e otto rimbalzi, Belinelli 13 punti ma 0/8 da tre, Biligha 11 punti e otto rimbalzi.

Ancora senza Gallinari e Datome alle prese con problemi fisici di natura diversa e senza Aradori fuori per scelta tecnica, l'Italia soffre l'avvio devastante di Giannis Antetokounmpo, 14-4 al quinto per la Grecia. Il ritmo si abbassa, ma i padroni di casa sono sempre avanti: 21-11, poi 35-16 al 14esimo. Hackett ci mette grinta, 39-23, al riposo lungo greci avanti 49-28.

Antetokounmpo è inarrestabile, segna, fa segnare e prende rimbalzi in attacco e in difesa, Grecia avanti 61-41 al 26esimo, 65-47 al 30esimo. Italia pessima da tre punti, ellenici a canestro con molti uomini: al 35esimo è 75-55. Sacchetti chiama un time out e chiede di chiudere con onore, ma l'Italia non c'è più e il finale premia la Grecia 83-63

Nella partita inaugurale del prestigioso torneo greco, la Serbia aveva battuto piuttosto facilmente la Turchia 87-72, non sembrando per nulla intimorita dall'assenza di Milos Teodosic che rischia di saltare il Mondiale a causa del riacutizzarsi della fascite plantare. Domani azzurri contro i balcanici e la Grecia che affronta la Turchia. E' un altro giorno, serve una reazione immediata. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA