Finale scudetto, Venezia vince gara 1. Sassari perde dopo tre mesi

Lunedì 10 Giugno 2019 di Marino Petrelli
Venezia vince al fotofinish gara 1 della finale scudetto. Al Taliercio finisce 72-70 e l'imbattibilità di Pozzecco si ferma dopo 23 vittorie consecutive. Proprio al Taliercio, il 10 marzo, l'ultima sconfitta di Sassari. La Reyer, sotto di 13 punti al 24esimo piazza un parziale da 38-23 nei quindici minuti finali e vince pur tirando con appena il 29 per cento da tre, il 58 ai liberi e prendendo appena 34 rimbalzi contro i 46 della Dinamo. Haynes, 15 punti, e Watt con 14 i migliori realizzatori. Alla Dinamo mancano alcune certezze, come ad esempio il gioco in post basso, e non riesce a capitalizzare al meglio i 15 rimbalzi in attacco. Ottimo McGee, ex di turno, con 19 punti e Thomas con 13. Limitati in attacco Pierre, Smith e Stefano Gentile. 

Miracolo Sassari, Pozzecco: «Vivo una favola, magari mi sposo durante la finale»

I due allenatori partono con le loro certezze nei quintetti titolari. C'è Mazzola nella Reyer con Daye che parte in panchina e Carter per Sassari, il "leader silenzioso" della Dinamo. Si segna poco all'inizio, Cooley e Watt fanno a sportellate in attacco e in difesa. Al quinto è 10-6. Al primo riposo 18-14 con la tripla di Tonut. La Dinamo risponde con un parziale da 4-11 e passa a condurre 22-25 al 15esimo. Venezia si affida a De Nicolao e impatta sul 29 al 18esimo, ma Sassari piazza un altro parziale e chiude avanti 29-37 al riposo lungo giocando in maniera più efficace in attacco. 

Venezia esce con poco ritmo dagli spogliatoi, Sassari ne approfitta per toccare il massimo vantaggio con un canestro di Pierre: 34-47 al 24esimo. La Reyer male da tre (15 per cento), meglio da due punti: 42-49 al 28esimo. Sassari resta vanti 44-52, ma l'Umana piazza un parziale di 10-0 e chiude avanti 54-52 grazie ad una fortunosa tripla di Daye. Il Taliercio è una bolgia. Il Banco Sardegna risponde con energia e con un McGee, ex di turno, ispirato: 55-59 al 34esimo. Haynes pareggia sul 60. Venezia trova in Cerella l'uomo della difesa, in Haynes quello dell'attacco: 68-63 al 37esimo. Gentile mette cinque punti in fila per il 68 pari. Stone trova la tripla del 71-68 a 40 secondi dalla fine, Thomas segna i liberi del 71-70, poi recupera palla e sbaglia il canestro del sorpasso. Haynes segna un solo libero, 72-70. Pozzecco chiama time out e in due secondi cerca il tiro della vittoria che si spegne sul ferro. Venezia avanti 1-0 nella serie, gara due tra 48 ore e sarà tutta un'altra partita. Sassari ha dimostrato di potersela giocare. 

  Ultimo aggiornamento: 23:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma