Europei donne, Italia sconfitta dall'Ungheria. Contro la Slovenia sarà decisiva

Venerdì 28 Giugno 2019 di Marino Petrelli
Sconfitta azzurra nella seconda giornata degli Europei femminili di Serbia e Lettonia. A Nis finisce 51-59 contro l'Ungheria che con due vittorie è già prima nel girone. L'Italia, anche grazie alla vittoria della Slovenia sulla Turchia, è certa di giocarsi un piazzamento, ma sarà determinante una vittoria contro la stessa Slovenia domenica prossima. La squadra azzurra paga una pessima serata al tiro, 17/68 dal campo, appena il 25 per cento. Magiare quasi sempre avanti, vincono con grande solidità, tirano meglio (36%) e prendono più rimbalzi, 46 contro 40. Horti, 208 centimetri, 13 punti, 10 ciascuna per Turner e Hatar. All'Italia non bastano i 16 punti di Sottana e i 12 di Cinili. Bene anche Cubaj con 10 rimbalzi. 

Caterina Dotto in quintetto, la genella Francesca, sopo lo spavento per la caduta di ieri, ha recuperato ed è in panchina. Avvio azzurro, 6-2, ma l'Ungheria prende le misure, 6-13 al sesto, poi 11-18 al primo riposo. Le magiare, più alte e più fisiche, trovano il massimo vantaggio sul 14-25. Crespi chiama un time out molto sereno e le ragazze tornano in campo con altro spirito. Parziale da 12-0 firmato da Zandalsini, Romeo e Cinili e vantaggio 26-25 al riposo lungo, pur tirando 10/37 dal campo.  

Cubaj è un muro in difesa, Romeo e Cinili tengono avanti l'Italia, 33-31 al 25esimo. Horti è tutto l'attacco ungherese che chiude avanti 33-39 il terzo periodo (parziale 7-14). Le prime due triple segnate dopo dodici errori lanciano l'Ungheria sul 34-45, Sottana mette cinque punti in fila per il 39-46 al 33esimo. Cinili mette tre liberi per rimanere in partita, 42-48, poi ancora capitan Sottana la tripla del 45-51 al 36esimo. Zandalasini trova il meno tre, 49-52, ma due azioni con canestro e fallo ricacciano indietro l'Italia 49-58. L'Italia non ne ha più, Ungheria vince 51-58 ed è prima nel girone. Ultimo aggiornamento: 20:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma