Eurolega, Milano ci prova, ma spreca. Il Real vince 92-89

Mercoledì 20 Marzo 2019 di Marino Petrelli
Prova di orgoglio della AX Milano che va vicinissima alla vittoria a Madrid. Al WiZink Center finisce 92-89 per il Real dopo aver avuto anche 18 punti di vantaggio. Dopo un primo quarto perfetto, l'Olimpia cede alla distanza
subendo 73 punti negli ultimi tre periodi. Non basta un immenso Mike James, 35 per lui con 11/18 dal campo, e i 16 a testa di Nedovic e Nunnaly. Llull con 14 punti mette le triple decisive, Ayon 11 punti e 10 rimbalzi fa la voce grossa sotto canestro. Tra 48 ore, a Desio, partita forse decisiva per l'Olimpia contro il Panathinaikos, che ha lo stesso numero di vittorie dei milanesi, così come l'Olympiacos e il Baskonia. Tutto si decide nelle ultime tre partite di stagione regolare. 

Nel giorno in cui Felipe Reyes diventa il giocatore con il maggior numero di presenze in Eurolega, Milano parte forte, 6-13, poi 13-20 con la tripla di Nunnaly al sesto. Il vantaggio si dilata fino al 19-33 della fine del primo quarto. Mike James è immarcabile: 17 punti con 6/6 dal campo. Nedovic si iscrive alla festa del canestro Olimpia per il 22-40. Il Real prende coraggio, ma Milano resta avanti: 34-49 al 15esimo. Parziale di 8-0 per il 42-49. Nedovic al terzo fallo, Omic soffre sotto canestro l'Olimpia non segna più. Al riposo lungo è 50-56 grazie ai liberi di Kuzminskas. 

Al rientro in campo, Madrid parte forte e sorpassa, 62-60, poi 67-63 al 27esimo. Il ritmo è più basso, Llull si prende il palcoscenico con due triple, 73-65, James risponde da campione. Il terzo quarto si chiude con Milano avanti 74-75 e una grande reazione nel momento migliore del Real. Carroll tiene gli spagnoli avanti 82-79, poi Rudy Fernandez regala l'86-80 al 35esimo. James riporta l'Olimpia sull'86-84, Madrid torna sul 92-84, ancora il play biancorosso regala il 92-89 a 140 secondi dalla fine. Brooks e Nunnaly sbagliano da tre, Milano recupera il pallone a sette secondi dalla fine, ma Nedovic tira da nove metri senza logica. Finisce 92-89 con tanti rimpianti.  

Prosegue, intanto, la marcia del Fenerbahce che batte in casa il Buducnost, dopo aver sofferto per 35 minuti. Zero punti per Datome (con 0/5 dal campo), solo 6 per Melli. Per i turchi è la vittoria numero 23 su ventisette partite. Il Cska vince in volata in casa dell'Efes senza Hackett. L'Olympiacos asfalta il Bayern Monaco, il Barcellona vince il derby contro Gran Canaria 93-64 con cinque in doppia cifra e ben 25 assist. Vince anche il Panathinaikos in volata sul Baskonia e aggancia Milano. Tra due giorni al Forum i greci al Forum per uno spareggio play off contro Milano. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

C’è il tutto esaurito in palestra per vincere la prova costume

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma