Basket, Torino supera Trento 86-84 nell'anticipo

Sabato 8 Dicembre 2018 di Marino Petrelli
Torino e Trento sono due squadre alla ricerca disperata di punti. Al Pala Vela vince la Fiat Torino 86-84 al termine di una partita ricca di colpi di scena. Torino lascia l’ultimo posto in classifica, Trento resta a 4 punti con Pistoia e Reggio Emilia. Dopo una serie di parziali e contro parziali, decide l’ultimo minuto della partita quando l’Auxilium è freddissima ai liberi, mentre Trento perde due palloni banali in attacco nel momento chiave. Torino ha cinque uomini in doppia cifra (Wilson 18 punti con 8/12 dal campo, Delfino 15 punti), ma anche 19 palle perse. Per l’Aquila non basta un Marble in serata di grazia: 29 punti con 7/10 da tre punti. Bene Hogue, 18 punti con 9/12 da due, e Gomes con 15 punti e 5/11 da tre.

La partita vive di strappi nel primo quarto. Torino parte forte, 9-2 dopo tre minuti. Trento ribalta con un parziale di 0-11: al sesto è 9-13. Poi l’Aquila si spegne e la Fiat produce un contro parziale da 14-2 e il primo quarto si chiude 23-15. Le triple di Hobson, appena arrivato a Torino, e Wilson tengono Torino avanti fino al 38-31, ma tiro da tre chiama tiro da tre e l’Aquila ne trova in serie con Marble e Beto Gomes. Al riposo lungo la partita è riaperta: 43-42 per i padroni di casa.

Il ritorno in campo dell’Aquila è veemente. Craft sigla il 45-51, poi Pascolo e soprattutto un incredibile Marble da tre punti allungano fino al 56-63. Torino è in chiara difficoltà, il “Marble show”, 7/7 da tre, lancia la Dolomiti Energia sul 60-69. Torino ha un mini parziale e il terzo quarto finisce 65-69. Trento tira con il 50 per cento da tre punti. Marble è implacabile anche da due e gli ospiti restano avanti 65-72 al 33esimo. Delfino infiamma il Pala Vela con sei punti in fila (di cui quattro in un’azione con tiro da tre e libero aggiuntivo) e Torino è ancora 71-74 al 35esimo. Il sorpasso è nell’aria e si concretizza con un tiro dalla media di Wilson, 75-74 al 36esimo.

Ora è battaglia totale. A un minuto e venticinque secondi dalla fine è parità sul 79. Craft trova il 79-81, Mc Adoo pareggia con due liberi, Hogue perde palla banalmente in attacco, Wilson segna l’83-81 a 11 secondi dalla fine. Buscaglia chiama time out, Trento perde un altro pallone, Delfino mette i liberi fondamentali. Inutile la tripla di Gomes sulla sirena. Finisce 86-84. oach Brown e la Fiat tirano un bel sospiro di sollievo.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti