CORONAVIRUS

Supercoppa, Milano vince nel silenzio. Il basket italiano riparte con la mascherina

Giovedì 27 Agosto 2020 di Marino Petrelli
Bentornata pallacanestro, dopo 173 giorni di astinenza da una partita ufficiale. Milano contro Cantù apre la stagione 2020/21 e inaugura la Supercoppa Italiana, allargata a tutte le sedici squadre della Serie A. Vince l’Olimpia, 101-71, contro una Cantù ancora in rodaggio e che stasera obiettivamente può fare poco per frenare i biancorossi di casa che sono già avanti 54-38 al riposo lungo, dilatano il vantaggio nel terzo quarto, per poi toccare il +30 finale grazie ai 17 punti di Hunter e i 14 a testa per Datome e Hynes, già inseriti negli ingranaggi di coach Messina. Il 13/24 da tre punti della AX e le 20 palle perse di Cantù fanno il resto in una serata che non passerà negli annali del grande basket. Bene Davide Moretti in doppia cifra e 25 assist di squadra. Per Cantù, Sha'Markus Kennedy 16 punti e 12 rimbalzi, LeuneN 15 punti (3/4 da tre punti), Smith 14 punti

Dal silenzio del Pala Eur del 7 marzo, ultima partita giocata prima del lockdown, a quello del Forum di questa sera il filo conduttore non cambia: poco pathos, partita che in alcuni momenti sembra più un’amichevole, unici rumori che si sentono quelli dei fischi arbitrali e delle imprecazioni di giocatori e allenatori. In panchina, allenatori e giocatori con la mascherina, in campo abbracci e "cinque alti" e poco distanziamento. Ma serviva ripartire, dopo mesi durissimi per il paese e per lo sport italiano, che si lecca ancora le ferite. L’approvazione del credito di imposta sulle sponsorizzazioni e qualche intervento del ministro allo Sport, Vincenzo Spadafora, aiutano ma non bastano.

Senza pubblico, il basket, e gli altri sport, rischiano di morire. Anche perché gli introiti televisivi sono una parte infinitesimale rispetto al calcio. Dal rinnovo del contratto con Eurosport, che è anche title sponsor della Supercoppa, la Lega Basket ricaverà circa 2,5 milioni di euro a stagione per due anni. Ancora da ridefinire i diritti “free”, ai quali la Rai dovrebbe confermare il suo impegno per una cifra annuale vicina ai 650 mila euro (anche se al momento i vertici di Viale Mazzini ritengono la cifra troppo alta). In totale, poco più di 3 milioni da dividere in sedici squadre.

LE PROSSIME PARTITE - Da sabato la Supercoppa allargata per festeggiare i 50 anni della Lega Basket entra nel vivo con il completamento del gruppo A, quello di Milano e Cantù, e l'ingresso in gioco di Reyer Venezia e delle due bolognesi. Per vedere all'opera la Virtus Roma bisognerà attendere il 3 settembre. La squadra capitolina giocherà nella "bolla" del Geo Village Resort di Obia, altra anomalia di questo basket estivo in epoca di coronavirus. Un'unica sede, in stile Nba a Orlando, per ospitare in assoluta sicurezza il girone D, dove giocheranno anche Brindisi, Sassari e Pesaro. La positività di Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna andato a trovare la Dinamo Sassari nel resort pochi giorni prima della scoperta, non ha intaccato i preparativi. Tamponi tutti negativi a Olbia. L'attenzione resta però alta. Per il momento, si gioca con la mascherina e la sanificazione. Meglio di niente. Ben tornata pallacanestro italiana!  © RIPRODUZIONE RISERVATA