Cremona corsara a Brindisi, Milano torna in testa. Cantù resta ultima

Domenica 18 Aprile 2021 di Marino Petrelli
Cremona corsara a Brindisi, Milano torna in testa. Cantù resta ultima

Brindisi in emergenza per tanti casi positivi al Covid cede in casa dopo otto vittorie consecutive alla Vanoli Cremona che stasera è salva aritmeticamente e vede anche i play off. Così facendo, Milano torna in testa alla classifica grazie al successo di ieri sera contro la Virtus Bologna con Shields grande protagonista con 35 punti. Venezia e Trieste ottengono vittorie che blindano i play off, Varese una vittoria a Treviso che può valere la salvezza. Brescia in caduta libera, settima sconfitta consecutiva, resta a quota 18 punti con la Fortitudo. Cantù conduce per 38 minuti, ma cede nel finale a Reggio Emilia e resta ultima in classifica. 

GERMANI BRESCIA - BANCO SARDEGNA SASSARI 82-94

Notte fonda in casa Leonessa che perde la settima partita consecutiva partita e a due giornate dalla fine è pienamente coinvolta nella lotta per non retrocedere. La Dinamo indirizza la partita nel primo quarto con un parziale da 16-29. Brescia non rientra più, nonostante un ultimo quarto da 25-20 grazie alle buone giocate di Willis da 22 punti e 6 rimbalzi. Sassari vince 82-94, prende 40 rimbalzi contro 28 e manda cinque giocatori in doppia cifra. Bendzius 20, Burnell 14 con 12 rimbalzi e Spissu con 11 i protagonisti. 

ALLIANZ TRIESTE - CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 101-88

Partita dai mille volti al Pala Rubini. Trieste parte forte, 33-15 al decimo, ma Pesaro con pazienza rientra sospinta da Robinson e Zanotti, sorpassa sul 48-49, prima che Doyle fissi il punteggio sul 52-49 del riposo lungo. Trieste, con Fernandez e Graziulis in panchina solo per fare numero, rosetta e riparte. Laquintana e Delia (alla fine 25 punti 7 rimbalzi) rilanciano i padroni di casa 80-68 al 30esimo. Pesaro, senza Delfino e Cain, è solo Zanotti  e Robinson (rispettivamente 23 e 21 punti alla fine), Alviti mette il punto esclamativo alla sua partita (24 punti, 6/10 da tre e 6 rimbalzi) e a quella di Trieste: al 35esimo è 93-74. Finisce 101-88 con cinque giocatori iN doppia cifra, il 65 per cento da due punti e 38 rimbalzi contro 26.

UMANA VENEZIA - LAVORO PIU’ FORTITUDO BOLOGNA 92-76

Vittoria convincente per la Reyer Venezia. I campioni d'Italia in carica dominano sin dall'inizio, rimanendo sempre avanti. Dopo aver chiuso il primo quarto 22-15 e trascinati da un Tonut sugli scudi (26 punti a referto), i padroni di casa dominano sotto canestro, ma soprattutto dalla distanza con un 42,4% nelle conclusioni da tre. Gli ospiti provano a rispondere e restano in partita fino al terzo quarto (69-61) aggrappandosi alle percentuali di Tote e Banks (sedici punti a testa), ma negli ultimi dieci minuti Venezia prende il volo, piazza un parziale da 23-15 e vince 92-76. Da segnalare i 14 punti di Watt con 6 rimbalzi. Venezia consolida il quarto posto, la Fortitudo resta in zona rossa per la retrocessione.

DE LONGHI TREVISO - OPENJOBMATIS VARESE 94-103

Importante vittoria della Pallacanestro Varese che interrompe la striscia di sei vittorie consecutive di Treviso e rilancia le sue ambizioni di salvezza. La squadra di Bulleri manda cinque in doppia cifra (Scola 24 punti, Douglas 16, Strautins 14 punti con 10 rimbalzi) e tira con il 67 per cento da due e il 48 da tre. Nonostante queste percentuali, Treviso conduce per 25 minuti (55-50), poi Varese cambia marcia, chiude avanti 77-79 il terzo periodo e allunga nell’ultimo fino al 94-103 finale. Non bastano ai trevigiani i 18 punti a testa di Logan e Mekowulu e i 16 di Russell. 

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ - UNA HOTELS REGGIO EMILIA 71-72

Partita intensissima al Pala Banco Desio. Reggio parte bene, 19-23 al decimo. Cantù sistema le percentuali nei due quarti centrali: parziale di 40-28 per il 59-51 al trentesimo minuto. Cantù resta avanti 69-65, poi nell’ultimo minuto succede di tutto. Elegar mette quattro punti in fila per il 69-69. Pecchia segna il 71-69, si sbaglia un tiro per parte, Taylor segna a cinque secondi dalla fine si prende anche il fallo. Il tiro libero supplementare regala il 71-72. Bucchi time ut, al rientro in campo Gaines sbaglia il canestro del sorpasso. Reggio quasi salva, Cantù nel baratro.

HAPPY CASA BRINDISI - VANOLI CREMONA 68-77

Squadra pugliese in piena emergenza. Alle assenze di Thompson e Perkins e coach Vitucci, già positivi al Covid19 da una settimana, si è aggiunta in giornata quella di Zanelli anche lui colpito dal virus. Le assenze si fanno sentire, Mian per gli ospiti è caldissimo, 10 punti per lui e Cremona avanti 9-14, poi 17-19. Barford regala il 17-29 al 14esimo. Mian e Tj Williams imperversano, al riposo lungo è 27-47 (parziale da 10-28). Al rientro in campo non si segna per oltre tre minuti, poi MIan mette la tripla del 27-50 al 24esimo. Harrison e Bostic si mettono in ritmo e Brindisi riduce 39-52. Il terzo periodo si chiude però 42-60. Brindisi sembra sulle gambe, ma Harrison (18 punti) e Krubally (13 punti e 12 rimbalzi) provano a scuotere i suoi. Al 35esimo è 59-68. Finale con qualche fischio contestato, Cremona non si piega al ritorno dei padroni di casa e vince 68-77. Mian 22 punti (6/17 da tre), Cournooh 12, Lee 15 rimbalzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA