Play off, Trieste e Trento riaprono la serie contro Cremona e Venezia

Giovedì 23 Maggio 2019 di Marino Petrelli
Trieste e Trento riaprono le serie di quarti di finale contro Cremona e Venezia. L'Alma mette le cose in chiaro nel primo quarto (28-16), Cremona rientra nel finale ma non riesce a compiere il sorpasso. Serata di grazia per Dragic 26 con 6/10 da tre punti, anche 13 di Cavaliero e 10 di Da Ros. Per Cremona cinque in doppia cifra (Crawford 26), 12/34 da tre. Trento vince con la difesa e lascia Venezia a soli 59 punti (in gara due era stata Venezia a tenere Trento a 51). Decidono i due quarti centrali quando l'Aquila fa 46-29 di parziale. Beto Gomes 17 punti, Craft 11 punti e 11 rimbalzi. Venezia male da tre, appena il 26 per cento, si salvano Haynes e Watt, 29 punti in due. Bramos 0/8 dal campo.

ALMA TRIESTE - VANOLI CREMONA 91-86

Trieste, sotto 2-0 nella serie, parte forte davanti ai "soliti" 6500 dell'Allianz Dome che spingono la squadra in maniera incessante. Dopo 11 minuti è 31-16, poi 37-25. L'Alma corre e chiude 47-34 al riposo lungo con un recupero difensivo e schiacciata di Sanders che infiamma i tifosi di casa. Dragic domina in attacco, 6/8 da tre, e Trieste vola sul 64-48 al 25esimo. La Vanoli non ci sta e piazza un parziale 0-12 e al 27esimo è 64-60. Cavaliero si carica Trieste sulle spalle con 10 punti in fila e il vantaggio torna largo, 77-65 al 30esimo. Trieste resta avanti 80-68, ma le solite triple permettono a Cremona di tornare 83-79. Finale palpitante con la partita che si decide dalla lunetta. Cavaliero segna l'86-81, Crawford trova la tripla dell'86-84 a 13 secondi dalla fine. Fernandez fa uno su due ai liberi (87-84), Cremona segna due liberi (87-86), lo stesso fa Peric (89-86), Saunders si palleggia sui piedi e perde la palla del potenziale pareggio, Cavaliero mette i liberi della vittoria. Gara 3 finisce 91-86 e la serie si riapre.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO - UMANA VENEZIA 72-59

Tutto esaurito anche alla BLM Group Arena. Trento, con le spalle al muro, prova la partenza lanciata, 9-4 al sesto, ma Venezia rientra sul 13-11. La partita, come tutte quelle della serie, è ruvida e si segna poco. Beto Gomes trova nove punti in fila per il 22-15. Marble lo sostiene in attacco e l'Aquila chiude 38-23 al riposo lungo. Non cambia l'inerzia della partita anche al rientro in campo: 46-28, poi 51-32 al 25esimo. Al 30esimo è 59-40 e la partita sembra chiusa. Con le spalle al muro, la Reyer piazza un 0-13 di parziale per il 64-53 al 33esimo. E' l'ultimo sussulto ospite, la Dolomiti Energia non trema e vince 72-59. Gara quattro sempre a Trento tra 48 ore. 



  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma