La Virtus Roma passa a Pistoia. Seconda vittoria consecutiva in Serie A

Sabato 12 Ottobre 2019 di Marino Petrelli
Seconda vittoria consecutiva della Virtus Roma in Serie A. Al Pala Carrara, la squadra di coach Bucchi passa 67-81 e lascia la stessa Pistoia a zero punti in classifica. I toscani reggono per cinque minuti, fino al 19-12, poi alla prima accellerazione, Roma sorpassa, gestisce e chiude la partita con autorità. Decide il terzo quarto da 17-24, ma nel complesso i capitolini vincono a rimbalzo, 36 contro 43, mandano sei giocatori in doppia cifra e tirano con il 42 per cento da tre punti contro l'appena 15 dei padroni di casa. jefferson 16 punti e sei rimbalzi, Kyzlink 12 punti e otto rimbalzi. Per la Ori Ora, 18 punti di Brandt e 17 di Justin Johnson. 

LA PARTITA 

Tolta la vittoria a tavolino contro Milano di febbraio, Pistoia non vince sul proprio campo dallo scorso 6 gennaio e presenta molti giocatori acciaccati. Roma rinuncia ancora a Rullo, in panchina solo per fare numero. I padroni di casa mostrano subito i muscoli, dopo due minuti è 10-0. La Virtus produce il primo canestro con la tripla di Buford, i giallorossi tornano in partita con Dyson che sigla il 10-7. Lo stesso ex Brindisi e Sassari ha anche due falli. Pistoia resta avanti 19-12 all'ottavo, ma Roma è viva, pareggia con cinque punti in fila di Kyzlink, poi sorpassa con Dyson e Buford per il 19-22 del primo periodo. Jefferson e Moore regalano il 26-30 al 14esimo. Petteway trova la parità dalla lunetta: 32-32 al 17esimo. La Virtus ha un bel guizzo nel finale di tempo, un parziale di 3-9 la manda in vantaggio 35-41 al riposo lungo. 

Dal rientro dagli spogliatoi, la Virtus allunga. Dyson da tre, Buford e Kyzlink in transizione regalano il 39-53 al 24esimo. Il black out offensivo di Pistoia prosegue e il pubblico di casa non gradisce, con qualche coro poco gratificante. Dyson sale in cattedra, è suo il 42-57 in avvicinamento, poi il 44-60 con canestro e libero aggiuntivo. Al 27esimo la partita sembra già segnata. L'attacco di Pistoia è solo Petteway, ma è troppo poco. Al terzo riposo, Roma resta avanti 52-65. La Ori Ora ritrova un minimo di fiducia, 56-67 al 32esimo, ma Kyzlink, Pini e Baldasso rimettono le cose a posto: 58-76 al 36esimo. Pistoia trova un parziale di 8-0 per il 66-76, ma è l'ultimo sussulto. Roma vince 67-81, esulta il gruppetto di tifosi arrivati dalla capitale, fischi per i padroni di casa. 


  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma