Italbasket, la vittoria contro l'Angola regala il pre olimpico del 2020.

Lunedì 2 Settembre 2019 di Marino Petrelli
Obiettivo centrato, anzi due. La vittoria contro l'Angola regala alla nazionale la qualificazione al secondo turno con una giornata di anticipo e soprattutto la qualificazione al torneo pre olimpico dell'anno prossimo, anche se tecnicamente serve ancora la vittoria della Serbia sulle Filippine. Finisce 92-61. La partita dura fino all'otto pari, poi gli azzurri accellerano e chiudono il primo quarto 25-11 e da quel momento è tutto facile. Belinelli 17 punti, Hackett, Abass e Brooks con 11 a testa, per il naturalizzato italiano anche 11 rimbalzi. L'Italia tira con il 58 per cento da due e il 40 da tre, Angola con appena l'11 per cento. Tra due giorni contro la Serbia ci si gioca il primo posto nel gruppo D. Partita al limite dell'impossibile, ma questa nazionale ha tutte le carte in regola per dare fastidio a tutti. 

Come contro le Filippine, Sacchetti sceglie Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Biligha nel quintetto iniziale. Nell'Angola subito in campo Morais, ex Siena, e Moreira visto alla Virtus Bologna la passata stagione. Proprio l'ex virtussino regala i primi quattro punti della partita, risponde Gallinari con cinque punti in fila: è pari 8 al quarto. La difesa azzurra sale di intensità, la transizione comincia a funzionare e arriva il primo allungo: 20-10 al settimo. Belinelli è ispirato, l'Angola commette ben otto falli di squadra (e almeno altri due netti non fischiati), il primo quarto è 25-11. L'Italia ha la mano fredda dalla linea del tiro libero (8/15), ma l'Angola sbaglia troppo in attacco. Senza strafare, azzurri avanti 30-15 al 14esimo. Brooks è preziosissimo in attacco e in difesa, sua la tripla del 36-15. Abass lo imita, lo stesso fa Belinelli, Tessitori lotta e appoggia il 44-21 con cui si va al riposo lungo. 

Il palcoscenico al rientro in capo è tutto per Gallinari che schiaccia prendendosi la linea di fondo e stoppa in difesa. Datome da tre e Belinelli con canestro e tiro libero portano l'Italia sul 51-26. Datome fa volare l'Italia con il canestro del 59-28. La nazionale è brava a tenere alta l'intensità, Tessitori e Brooks fanno sempre cose utili, un assist per il trevigiano, una buona difesa per il giocatore dell'Olimpia. Italia avanti 70-42 al terzo riposo. Della Valle e un Tessitori sempre più inserito tengono l'Italia a distamnza di sicurezza: 81-46 al 35esimo. C'è spazio per tutti nel finale, il quintetto iniziale rifiata. Finisce 92-61 l'Italia è al pre olimpico , tra due giorni ha il dovere di provarci contro la Serbia.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma