Basket, anche la Nuova Zelanda è indigesta. Sacchetti: «Il 29 ultimi due tagli»

Lunedì 26 Agosto 2019 di Marino Petrelli
Anche la Nuova Zelanda è indigesta all'Italia. Sacchetti: «Il 29 ultimi due tagli»
Ultimo test per la nazionale prima dell'esordio ai mondiali contro le Filippine. Anche contro la Nuova Zelanda finisce con una sconfitta 82-88 e un nuovo passo indietro rispetto ai progressi mostrati contro Serbia e Francia nello stesso torneo. Gallinari 22 punti, Belinelli 19. Domani il trasferimento a Foshan, il 29 agosto gli ultimi due "tagli" da parte di Sacchetti che si riserva fino all'ultimo di capire quale possa essere la squadra migliore. I dubbi restano al termine di un pre mondiale con molte ombre e poche luci. Gli azzurri sono alle prese con una condizione fisica ancora tutta da costruire e una solidità di gioco, soprattutto in attacco, che si è vista davvero a sprazzi fino adesso. A cinque giorni dall'esordio contro le Filippine coach Sacchetti ha bisogno di lavorare, e molto, sulla tecnica e sulla testa dei giocatori. 

Fuori Daniel Hackett per motivi precauzionali e Brian Sacchetti per rotazione, si comincia con Vitali, Belinelli, Datome, Brooks e Gallinari. Buon avvio azzurro fino al 12 pari, ma la i Tall Blacks sono intraprendenti, Ngatai mette triple importanti per il 14-23. Il primo quarto si chiude 14-26. Gentile e Biligha danno una piccola scossa, 20-26 al 12esimo. Sacchetti fa ruotare tutto il quintetto, ma i neozelandesi restano sempre avanti, Webster e il neo trevigiano Fotu regalano il 20-32 al 14esimo, poi 29-39 al 17esimo. Le basse percentuali da tre punti impediscono agli azzurri di rientrare in pieno nella partita. Al riposo lungo è 37-46 grazie alle iniziative di Gallinari, già a quota 15 punti. 

L'allenatore azzurro si fa sentire durante l'intervallo lungo e l'Italia rientra con altro spirito. Gentile è ispirato e sigla il 47-51, Gallinari mette quattro punti in fila e pareggia sul 53, al 25esimo. Azzurri in fiducia, Brooks regala il primo vantaggio di tutta la partita, 57-56, al 28esimo. Il finale del terzo periodo è 61-64. Italia di nuovo svogliata e Nuova Zelanda che torna ad un vantaggio a doppia cifra: al 33esimo è 62-73 con un bel canestro di Pledger. Pochi sussulti fino alla fine, l'Italia continua nella giornata negativa da tre, prova a rientrare, 73-80, 76-82 al 37esimo, ma è l'ultimo sussulto. Finisce 78-88. Un altro campanello di allarme è suonato. 




  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma