Basket , Milano vince a fatica. Brindisi si prende il quarto posto

Domenica 28 Aprile 2019 di Marino Petrelli
Milano vince con grande fatica contro Avellino e a due giornate dalla fine non dovrebbe avere più problemi per il primo posto in stagione regolare. Brindisi vince lo scontro diretto contro Trieste e blinda il quarto posto. Sassari vince una partita incredibile contro Brescia e consolida la sua posizione in classifica. Venezia batte Reggio Emilia mai doma, Varese supera Pesaro nel finale. 

SEGAFREDO BOLOGNA - DOLOMITI ENERGIA TRENTO 74-69
Le Vu Nere, dopo un primo quarto difficile (13-19), sono praticamente perfette battono Trento sul suo terreno preferito, ovvero difesa e intensità. Il quintetto che ha ribaltato la partita sul 59-47, nel secondo quarto, era composto da 4 italiani e da Kravic (16+5), il migliore assieme a Baldi Rossi (14+6), rivitalizzato dalla cura Djordjevic. Una partita solida che fa ben sperare in ottica Final Four di Champions league. La coppia Taylor-Punter, abbastanza fuori partita: 8 punti in tutto, con il play limitato ancora dai falli e il numero zero che ha di nuovo sparacchiato (1/9). 

UMANA VENEZIA - GRISSIN BON REGGIO EMILIA 76-71
Venezia soffre per metà gara, poi esce alla distanza e vince una partita più complicatqa del previsto. Dopo aver chiuso il primo tempo 43-40, la squadra di coach De Raffaele prova l'allungo, 61-54 al 30esimo. Reggio resta in partita con i canestri di Johnson Odom e Dixon, ma nel finale punto a punto Watt (24 punti) e Bramos (18) sono decisivi per la vittoria dell'Umana che resta seconda in classifica.

BANCO SARDEGNA SASSARI - GERMANI BRESCIA 95-87
Partita di grande intensità tra due squadre in salute. Sassari avanti 25-17 al primo quarto, poi Brescia si mette a giocare e nei due quarti successivi produce un parziale da 39-55 e arriva a condurre 64-72 al 30esimo. Hamilton e Abass regalano il 74-83 al 35esimo, ma la Dinamo non molla, torna al meno due, poi Thomas, per lui alla fine 30 punti con 11/19 da due, inventa sei punti per il sorpasso, 89-85. La Leonessa non ne ha più, Sassari chiude 95-87, salendo a quota 32 in classifica. Per Brescia il sogno play off finisce qui, ci sarà tempo per capire gli errori della stagione. 

OPENJOBMATIS VARESE - VL PESARO 81-75
Si rinnova la storica sfida tra due squadre che hanno fatto la storia del basket italiano. Ricorre proprio in questi giorni il trentennale dello scudetto vinto da Pesaro a Varese. E anche questa volta la Vuelle gioca una partita importante, avanti 19-22 al primo quarto, poi 57-58 al trentesimo con un parziale da 19-28 nel terzo tempino. Cain e Avramovic danno il sorpasso interno sul 66-62 al 34esimo. Blackmon riporta Pesaro sotto di uno, 72-71, ma è l'ultimo sussulto. Varese non trema e vince 81-75 una partita fondamentale per continuare a credere nei play off. Per Pesaro salvezza rimandata a domenica prossima quando ospiterà Reggio Emilia. 

FIAT TORINO - VANOLI CREMONA 88-94
In settimana l'Auxilium ha ricapitalizzato il capitale sociale e pagato gli stipendi arretrati. La Lega Basket ha convocato per domani un'assemblea straordinaria per valutare la nuova situazione societaria. La Fiat ha un'altra buona notizia senza giocare: la sconfitta di Pistoia le garantisce la salvezza artimetica con due giornate di anticipo. Sul campo la squadra di Galbiati parte forte, 32-23 al decimo, poi 48-46 al riposo lungo. Cremona mostra tutta la sua solidità e pareggia sul 56 al 25esimo. Al 30esimo è 68-63 con Jaiteh in grande spolvero, (alla fine 31 punti con 14/19 da due punti). Wilson e Moore infiammano il Pala Vela, 75-65 al 34esimo. Cremona risponde con la sua arma tradizionale, i tiri da tre e in due minuti pareggia sul 79. Aldridge, dopo aver sbagliato molto, è una macchina da oltre l'arco, la Vanoli sorpassa, 84-89, e vince 88-94 con 6 giocatori in doppia cifra e il 40 per cento da tre. 

HAPPY CASA BRINDISI  - ALMA TRIESTE 85-77
Partita che vale il quarto posto. Trieste avanti 4-11, poi Brindisi esce bene dal time out e sorpassa 18-16 al decimo. Padroni di casa avanti 29-23, ma l'Alma è squadra solida e con Mosley riduce al 31-30 al 18esimo. Al riposo lungo è 37 pari con un'ottima distribuzione di punti segnati da entrambe. Equilibrio anche nel terzo quarto, 44-45 al 25esimo. Rush e Moraschini trovano le triple del 59-51. Al terzo riposo è 63-53 con l'appoggiata di Banks. Brindisi non segna più, l'Alma torna al meno due, 67-65 al 36esimo. Due triple di Moraschini ridanno fiato ai padroni di casa, 76-68. Ospiti non rientrano, Brindisi vince 85-77, super Moraschini 30 punti con 9/16 dal campo, e blinda il quarto posto nella tripudio del Pala Pentassuglia. 

AX MILANO - SIDIGAS AVELLINO 85-79
Un'ottima Avellino non basta a espugnare il Forum di Assago. Ospiti avanti 40-43 al riposo lungo, con un parziale nei secondi dieci minuti di 18-29 Milano, senza Nedovic e Micov, fatica ma nel terzo quarto produce un contro parziale da 27-12 per il 67-55 che rischia di spaccare la partita. Ancora avanti 78-68, l'Olimpia si ferma e la Scandone con pazienza rientra fino all'81-79. Mancano 30 secondi, la rimonta non si compie, la Ax è precisa dalla lunetta e chiude 85-79. Per Milano cinque in doppia cifra e il 42 per cento da tre punti. Per la Scandone ultima chiamata per i play off domenica in casa contro la lanciatissima Brindisi. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma