Eurolega, il Real abdica. La finale sarà Efes contro Cska Mosca

Venerdì 17 Maggio 2019 di Marino Petrelli
La finale che non ti aspetti, a giocarsi l'Eurolega saranno Efes Istanbul e CSKA Mosca. Nella prima semifinale l'Anadolou schianta 92-73 il Fenerbahce, arrivata prima in stagione regolare, grazie a una maiuscola prestazione di Larkin (30 punti, seconda miglior prestazione realizzativa in una Final Four dietro i 32 di Langdon nel 2010) e Micic (25). Obradovic deve rinunciare alla ricerca del decimo trofeo europeo. Nella seconda partita, i campioni d'Europa in carica del Real Madrid, avanti per oltre 30 minuti (fino a +13), non chiudono la partita e sono sconfitti in volata dal Cska Mosca che torna in finale per la quattordicesima volta nella sua storia.

FENERBAHCE BEKO ISTANBUL- ANADOLOU EFES ISTANBUL 73 - 92

Inizio con gli attacchi bloccati, poi Larkin inizia il suo show con due triple e l'Efes è avanti 5-11. Senza Datome e Lauvergne infortunati, sono Greene e Guduric a tenere in vita il Fener, Sloukas trova il primo vantaggio sul 20-19. Sette punti in fila di Micic rimandano avanti l'Efes 22-29 al 13esimo, poi 40-45 al riposo lungo. Larkin riprende a segnare con continuità: 44-52, poi 57-68 al 30esimo. L'ex play guardia dei Nets e dei Celtics in Nba è inarrestabile e segna il 61-79, poi anche il +21 al 37esimo. Il Fenerbahce non ne ha più, finisce 73-92 e in finale ci va la squadra di Istanbul meno attesa. 

CSKA MOSCA - REAL MADRID 95-90

I "blancos" partono bene e guidano 11-19, poi 18-22 dopo il primo quarto. Tavares fa la voce grossa in difesa con tre stoppate, lui che è stato il re di questo fondamentale in tutto il torneo. Rodriguez guida il Cska che impatta sul 26 al 14esimo. Equilibrio sovrano, 36 pari al 18esimo. Al riposo lungo è vantaggio spagnolo 43-45. La "vecchia guardia" del Real, Campazzo e Ayon, trovano il 50-61 al 25esimo. Il Cska accorcia con i tiri liberi, al 30esimo è 65-73.  Mosca ha il merito di non uscire dalla partita. De Colo decide di cambiare la partita. Segna tre liberi per il 76-78 al 34esimo, sfruttando anche un fallo tecnico a coach Laso, poi la tripla del sorpasso, 87-85 e i liberi dell'89-85 a 25 secondi dalla fine. Llull mette la tripla del 91-90 (aveva 0/7 da tre fino a quel momento), Higgins chiude la partita con i liberi e finisce 95-90. I campioni d'Europa abdicano. De Colo 23 punti.


  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma