Virtus: salta la gara ma la paura resta

Virtus: salta la gara ma la paura resta
3 Minuti di Lettura
Domenica 6 Dicembre 2020, 07:30

La Virtus Roma oggi non scenderà in campo. Questa volta i problemi societari non c’entrano, ma è il Covid ad aver fermato l’Allianz Trieste. Troppo pochi giocatori in casa triestina per poter immaginare di scendere in campo. Sarebbero stati ridotti in realtà anche quelli della Virtus tra infortunati (Evans e Cervi) e altri indisponibili a causa delle note vicende societarie, ovvero Hunt ormai da settimane in rotta con la società, Robinson e Wilson che in settimana non si erano allenati. Se e quando questa partita sarà recuperata dipenderà tutto dalla decisione finale dell’ingegner Toti di pagare la rata Fip, ormai scaduta e andata anche in mora, entro la mezzanotte di martedì 8 dicembre. In caso affermativo, si va avanti, ma sperando poi che questi uomini di affari statunitensi, visti al Pal Eur nella partita in casa contro Pesaro e poi spariti da tutti i radar, tornino in auge per comprare la società. In caso contrario, mercoledì sarà sancita la fine della gloriosa società capitolina dopo sessanta anni di storia, la squadra sarà esclusa dalla Serie A che finirà a 15 e con una sola retrocessione. Ieri un gruppo di tifosi ha manifestato al centro Tellene, il campo di allenamento della Virtus. Alcuni di loro sono stati ricevuti dal patron Toti che avrebbe ancora una volta detto di non voler far fallire la società e che sarebbe disposto a vendere il 10 per 100 delle quote societarie anche a un euro, facendosi carico anche dei debiti pregressi, purchè qualcuno si presenti concretamente. Le speranze ormai sono poche e anche tra i tifosi serpeggia scoraggiamento.

Tornando al rinvio di questo pomeriggio la Lega Basket, come si legge nella nota ufficiale, preso atto della “documentazione presentata il 3 dicembre dalla società Allianz Pallacanestro Trieste, da cui emergeva che 7 atleti professionisti, ora negativi al Covid-19, non avevano ottenuto l’idoneità all’attività sportiva agonistica, sempre a causa dei postumi dell’infezione patita, e preso atto preso atto che la società ha comunicato, questa mattina, che due degli atleti in questione, sottopostisi a nuova visita, non hanno ricevuto l’idoneità fisica”, rinvia la partita in quanto Trieste non dispone del numero minimo di atleti professionisti, risultati negativi al covid e idonei allo svolgimento dell’attività sportiva, come previsto dall’aggiornamento al protocollo Fip. Situazione tutta da monitorare in casa Allianz che nella tarda serata di ieri ha comunicato di avere un ulteriore caso di positività nel gruppo squadra. E dopo i focolai di Cremona, Cantù, Venezia e Reggio Emilia, anche a Trieste vogliono essere certi di fare le cose per bene.
BELINELLI, IL RITORNO 
Covid a parte, una bella notizia in questo periodo travagliato per il basket italiano è quella del ritorno di Marco Belinelli nel campionato italiano dopo quasi 15 anni dall’ultima apparizione. Il 34enne, appena acquistato dalla Virtus Bologna, giocherà la sua prima partita in maglia bianconera contro la Dinamo Sassari.
EUROBASKET OK
Anticipo vincente per la Atlante Eurobasket Roma che al Pala Avenali batte 73-61 la Kienergia Rieti e ottiene la sua prima vittoria in A2. Già avanti 38-32 al riposo lungo, la squadra romana allunga fino al 47-37. Rieti rientra 56-55 al 35esimo, ma il finale premia l’Eurobasket. Gallinat con 17 punti e Olasewere con 14 i migliori realizzatori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA