Tour de France, sul Col de Loze vince Lopez. Roglic a un passo dal sogno. Anche Macron sul palco

Mercoledì 16 Settembre 2020 di Carlo Gugliotta
Quando si sale oltre i 2000 metri di quota i corridori colombiani riescono ad avere un altro passo. Lo ha dimostrato ampiamente Miguel Angel Lopez, vincitore della 17/a tappa del Tour de France, la frazione regina della corsa con il Col de la Madeleine e l'arrivo in salita a Méribel - Col de Loze, con il gruppo che è dovuto salire per due volte a 2000 metri di quota. 
La giornata è stata caratterizzata dal grandissimo lavoro svolto dal Team Bahrain-McLaren, con l'obiettivo di far rientrare Mikel landa in lotta per le posizioni di vertice della classifica generale. E invece lo scalatore basco si è dovuto arrendere sull'ultima salita, in quanto non è riuscito a tenere il ritmo dei migliori. 
La corsa si è infiammata a 3 km dall'arrivo, quando Miguel Angel Lopez è riuscito a staccare la maglia gialla Primoz Roglic, scortato dal proprio compagno di squadra Sepp Kuss. Il corridore dell'Astana è riuscito a mantenere quei pochi secondi di vantaggio che gli hanno permesso di trionfare in solitaria davanti agli occhi del presidente francese Emmanuel Macron, presente a seguire la tappa. Il colombiano ha rosicchiato solo 8 secondi a Roglic, mentre leggermente in difficoltà è apparso il suo connazionale Tadej Pogacar, che continua a mantenere la seconda posizione in classifica generale. 
Domani sarà l'ultimo appello per i corridori che vorranno far saltare il banco, in quanto la tappa Méribel - La Roche-sur-Foron presenta cinque gran premi della montagna. Sarà difficile per la Jumbo-Visma tenere cucita la corsa lungo una frazione che presenta così tante salite e discese, ma fino ad oggi la formazione di Primoz Roglic è stata padrona del Tour de France, e sarebbe l'ultimo importante sforzo prima della cronoscalata di sabato, ampiamente favorevole allo sloveno. © RIPRODUZIONE RISERVATA