Tirreno-Adriatico, la seconda tappa è di Alaphilippe. Yates nuovo leader

Giovedì 14 Marzo 2019 di Francesca Monzone
Tirreno-Adriatico, Alaphilippe esulta sul traguardo
Ancora una vittoria per Julian Alaphilippe (Deceuninck- Quick Step) che sul traguardo di Pomarance, in volata ha conquistato la seconda tappa della Tirreno-Adriatico. Al secondo posto Greg Van Avermaet (CCC team), seguito da Alberto Bettiol (EF Education First), Benoot (Lotto-Soudal) e Yates (Mitchelton Schott), che va a prendere la maglia di leader della corsa. Ora nella generale Yates è al comando davanti al compagno di squadra Brent Bookwalter,  e Roglic (Jumbo-Visma). 

Una corsa interessante quella di oggi, che da Camaiore ha portato i corridori a Pomarance, dopo 195 chilometri di gara, con il favorito che non ha tradito le aspettative. Alaphilippe, dopo la vittoria sabato scorso a Strade Bianche, sta dimostrando di essere uno dei corridori più forti del momento. Il francese oggi  ha corso mettendo in pratica una strategia importante. Ha saputo aspettare il momento più adatto senza rispondere agli attacchi degli avversari. La corsa nel finale si è infuocata con Daniel Oss (Bora-Hansgrohe), che ha  attaccato sull’ultimo strappo. A seguire Roglic che  ha rilanciato due volte, ma è stato subito ripreso. La volata finale è stata lanciata da Van Avermaet, ma alla sua ruota si è subito lanciato Alaphilippe, che ha dovuto solo aspettare l’attimo perfetto per uscire e superare il belga. In corsa giornata negativa per Nibali (Bahrein Merida), che negli ultimi 10 chilometri si è staccato dal gruppo dei migliori. Da segnalare anche il ritiro di Gianni Moscon (Sky). Il trentino dopo la caduta dei giorni scorsi ancora non è riuscito a trovare la forma giusta.

Domani la corsa arriverà a Foligno dopo 224 chilometri di gara. Vedremo una tappa piatta adatta ai velocisti, con Elia Viviani tra i favoriti per la vittoria. 

HANNO DETTO

Alaphilippe: «Ho deciso di non rispondere ai primi attacchi. Per la classifica generale non è impossibile recuperare posizioni, ma il mio obiettivo qui è di vincere delle tappe e per ora ci sono riuscito. Domani sarà una tappa per Elia Viviani e farò la corsa per lui». 

Yates: «Sono molto contento di come mi sento anche se nel finale c’è stato chi è andato più forte di me. Il percorso di questa Tirreno è diverso dal solito, non ci sono grandi salite e tutto si giocherà su questi piccoli strappi che si trovano sul percorso e io sono qui per dare il mio meglio». 

Ordine d’arrivo
1 ALAPHILIPPE Julian (DQT) 04:48:09
2 VAN AVERMAET Greg (CPT) st
3 BETTIOL Alberto (EF1) st
4 BENOOT Tiesj (LTS) st
5 YATES Adam (MTS) st
6 CONTI Valerio (UAD) st
7 ROGLIC Primoz (TJV) st
8 POELS Wout (SKY) st
9 FUGLSANG Jakob (AST) st
10 WELLENS Tim (LTS) st Ultimo aggiornamento: 18:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma