Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Malagò: «Djokovic agli Internazionali? Non è giusto, il messaggio è sbagliatissimo»

Djokovic agli Internazionali di Roma? Interviene Malagò: «Non è giusto, il messaggio è sbagliatissimo»
2 Minuti di Lettura
Martedì 22 Febbraio 2022, 10:43

Di ritorno dall'avventura olimpica di Pechino, che lo ha visto tra l'altro osservare anche un primo periodo di isolamento a causa della positività al Covid-19, il presidente del Coni Giovanni Malagò è intervenuto riguardo alla partecipazione di Novak Djokovic ai prossimi Internazionali di tennis in programma a Roma: «Non è assolutamente giusto che partecipi, perché ammesso e non concesso che uno si faccia la doccia in un camper, che mangi e dorma da solo e in situazioni di fortuna, è il messaggio che è sbagliatissimo», spiega il n.1 dello sport italiano. «Il punto centrale - continua alla trasmissione di Rai 3 "Agorà" - è che bisognerà vedere cosa succederà da qui a maggio, e io spero che la situazione sia migliore e ci sia possibilità non solo di vedere Djokovic ma anche di tornare a fare attività sportiva. Ma io ricevo decine di mail ogni giorno di mamme e di papà imbufaliti perché i figli che non hanno il greenpass non possono fare sport. Spiegatemi perché invece un campione nella stessa condizione lo può fare». Il tennista serbo si è sempre rifiutato di sottoporsi al vaccino contro il coronavirus, cosa che lo ha già estromesso a gennaio dagli Australian Open.

© RIPRODUZIONE RISERVATA