Serbia-Italia 1-3 (26-24, 22-25, 19-25, 11-25): azzurre campionesse d'Europa

Diretta finale Italia-Serbia ore 20, dove vederla in tv e streaming
di Vanni Zagnoli
5 Minuti di Lettura
Sabato 4 Settembre 2021, 18:27 - Ultimo aggiornamento: 5 Settembre, 12:02

Le azzurre della pallavolo sono campionesse d'Europa. La finale andrebbe raccontata, non solo come emozioni. La finale di Euro 21 di volley femminile finisce contro pronostico (3-1), a Belgrado è caos, il miracolo del volley si ripete, la qualificazione olimpica ai danni della Serbia è stato il capolavoro estivo dello sport italiano, più ancora del titolo europeo del calcio, qui si va ancora oltre ed è bellissimo. E’ un sestetto super, che entusiasma dopo il primo set perso. 

Le serbe abdicano dopo due titoli, si fosse giocato in Italia, magari le azzurre l’avrebbero vinta 3-0. Nel primo, dunque, sono a lungo avanti, vengono sopravanzate in extremis, il secondo lo incassano, il terzo è spesso decisivo, nella pallavolo e lì la nazionale di Mazzanti si attarda, sull’8-11, subentra al palleggio Lia Malinov, si recupera, con pazienza. Altro break, Danesi e compagne mettono la freccia, nonostante qualche errore. Egonu vola, ha gli occhi spiritati, è una signora finale, sul 16-14 si può sperare almeno nel tiebreak. Boskovic sbaglia il pallonetto, l’inerzia è mutata, Chirichella mura Busa. Sul +4, è fatta. 

 

E anche il quarto inizia alla grande, 2-7, 5-12, incredibile, Italia.

E’ la notte azzurra, che più azzurra non si può. Esulta il movimento, il volley femminile vince dopo 10 anni, dalla coppa del mondo ottenuta con Massimo Barbolini, il maschile è senza ori da Euro 2005 a Roma, da Montali ct. Incredibile, 5-14, Mazzanti sa che ha vinto, che vince. Dopo tre sfide perse decisive, trionfa. Quanto vale l’Europeo? Forse un terzo dell’olimpiade, l’Italia vince, è la più forte d’Europa, anche senza Fahr, centrale infortunata. 

L’ace di Egonu è l’apoteosi, 20-8 con un altro servizio vincente. E’ grandissima Italia, è festa, di sicuro a Conegliano e nelle grandi piazze del volley, anche magari al maschile. 

Altro ace, Paola. E’ Italia, è il volley che va a vincere l’oro, è sul trono d’Europa. Sylla, capelli blu, Lia Malinov, Pietrini figlia di cestista, Danesi da Volleyrò Casal de’ Pazzi, Chirichella, De Gennaro. 23-8, la Serbia è spazzata via. E’ successo davvero, l’Italia è nel gotha, nell’estate del grande sport italiano ci sono le fidanzate d’Italia. Tre a uno. E adesso a preparare il mondiale del 2022, l’olimpiade di Parigi 2024. E' la notte più bella per la pallavolo nazionale da 16 anni.

QUARTO SET

11-25 La capitana Miriam Sylla chiude il match al primo match point

8-23 Serbia completamente in bambola

6-14 La Serbia ci prova, ma è una volata per l'Italia

4-12 Egonu ancora e porta l'Italia al massimo vantaggio

3-9 Egonu si fa perdonare l'errore al servizio

3-8 Egonu sbaglia il servizio

1-5 Massimo vantaggio per l'Italia che tenta l'allungo

1-2 Accorciano le distanze le serbe

TERZO SET

19-25 Dopo un avvio non convincente dell'Italia, le azzurre di Mazzanti si portano a casa anche il terzo set con sei punti di vantaggio sulla Serbia

18-23 La Serbia prova a rialzarsi e accorcia le distanze

16-19 Il muro dell'Italia non va a segno

14-18 Chirichella per il massimo vantaggio delle azzurre

14-15 Che sassate delle serbe

13-13 La Serbia riequilibra il match

12-12 Le azzurre a muro pareggiano i conti

11-10 L'Italia è viva e accorcia ancora

11-7 Chirichella sbaglia la battuta dopo l'ottimo attacco dalla seconda linea di Egonu

9-5 L'attacco della Serbia va a segno

6-3 Le slave rispondono al doppio attacco vincente di Egonu

4-1 Ancora avanti le serbe

SECONDO SET

22-25 Le azzurre pareggiano i conti a Belgrado: è 1-1 nel conto dei set tra Serbia e Italia

22-23 L'attacco delle slave è out, ma che Egonu in difesa

22-21 Le slave sbagliano e le azzurre accorciano le distanze

17-18 Errore in battuta per la Serbia

14-15 Il muro dell'Italia non va a segno

12-13 Continua il botta e risposta tra Serbia e Italia

8-9 Le slave di seconda

7-7 Muro delle slave che si portano in parità

4-6 Errore in battuta per la Serbia

1-4 Sylla ancora di prepotenza

 

PRIMO SET

26-24 Dopo due set point annullati dalle azzurre, le slave riescono a chiudere la prima frazione

22-20 Errore di Egonu in attacco, è fuori

17-16 Il challenge dà ragione alle slave

15-15 Ace di Sylla, pareggio delle azzurre

13-12 La ribaltano le padrone di casa

10-12 Allungo delle azzurre con Pietrini

9-8 Le slave chiudono un lungo scambio

6-6 Chirichella sulla parallela

5-5 Egonu pareggia i conti

3-1 Primo allungo delle serbe

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA