Una Stella per Marta, successo ex-aequo
per Valentina Vezzali ed Elisa Di Francisca

Una Stella per Marta, successo ex-aequo per Valentina Vezzali ed Elisa Di Francisca
di Redazione Sportiva
2 Minuti di Lettura
Sabato 21 Novembre 2015, 12:44 - Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 23:24

All'Aranciera di San Sisto di Roma, si è svolta oggi la 16^ edizione di “Una Stella per Marta”, il trofeo di scherma che dal 2000 ricorda la sfortunata studentessa e campionessa di scherma uccisa nel 1997 all'Università La Sapienza.
Primo atto della giornata è stato l'incontro tra i due fiorettisti Valerio Aspromonte e Giorgio Avola. Sfida conclusa con la vittoria di Aspromonte 15-14 su Avola, al termine di un match che li ha visti combattere punto a punto fino alla fine. Secondi a scendere in pedana sono stati gli sciabolatori Luigi Samele e Luigi Miracco. Anche loro hanno combattuto punto a punto fino alla fine, quando Samele ha messo la stoccata vincente chiudendo 15-14.
Il momento clou è stato il mini torneo tra Arianna Errigo, Elisa Di Francisca, Valentina Vezzali e Carolina Erba. La prima sfida ha visto Vezzali superare Errigo 5-2. La seconda è stata vinta da Di Francisca 5-4 su Erba. La terza se l'è aggiudicata Erba 5-4 su Errigo. Quarto assalto che ha visto protagoniste Vezzali e Di Francisca: le due hanno combattuto punto a punto fino alla stoccata vincente di Di Francisca (5-4). Il penultimo è stato vinto Vezzali 5-4 su Erba. L'ultimo, invece, è andato a Errigo che ha superato 5-4 Di Francisca. Con lo stesso numero di vittorie, il torneo è stato vinto ex aequo da Valentina Vezzali e Elisa Di Francisca. E' stata una festa dello sport e della solidarietà, con personaggi del mondo dello spettacolo e della politica che si sono stretti, insieme ai campioni della scherma, intorno ad Auerliana e Donato Russo, i genitori di Marta che da oltre un decennio promuovono la cultura della donazione degli organi attraverso l'Associazione Marta Russo Onlus. All'evento hanno partecipato, tra gli altri, il direttore dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, Alberto Intini, e il presidente del Coni Giovanni Malagò.
“Questa manifestazione intitolata alla memoria di Marta Russo – ha detto il numero uno del Coni - ha una grande tradizione e grazie all'impegno della famiglia e della Federscherma che lo sostiene da sempre riesce a trasmettere dei valori fondamentali. Dopo quello che è successo a Parigi, poi, oggi è stata un'occasione importante per il mondo dello sport che si è ritrovato insieme per trasmettere la vicinanza a tutto il popolo francese”.
Aureliana Russo, presidente dell'Associazione Marta Russo, ha voluto ringraziare tutte le persone vicine all'evento: “Ringrazio tutti, istituzioni e sponsor che dimostrano sempre di volerci bene aiutandoci ogni anno ad organizzare questa manifestazione che ricorda Marta e ci aiuta nel nostro lavoro quotidiano con l'Associazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA