Pellegrini: «Dopo Tokyo potrei anche continuare, i colpi di testa fanno parte della mia vita»

Mercoledì 15 Gennaio 2020
Federica Pellegrini

«Potrei continuare dopo l'Olimpiade di Tokyo 2020. La gara con me stessa è sempre accesa»: Federica Pellegrini a Sky riaccende il tormentone sul suo futuro che potrebbe non concludersi con le prossime Olimpiadi estive. «Sento ancora le farfalle nello stomaco ed è meglio così - esordisce - Se fossi troppo tranquilla significherebbe che non mi interessa più il risultato, invece quella tensione mi porta ad essere sempre attiva e più concentrata e il fatto di sentire
così ogni gara è una fortuna». Per questo, fa sapere l'olimpionica di Pechino, «sto pensando seriamente di andare avanti, ma solamente per non sentire più “è l'ultima, è l'ultima” - scherza - Chissà, i colpi di testa fanno parte della mia vita. Però adesso facciamo Tokyo e poi ci pensiamo. Vedremo, non voglio sbilanciarmi, adesso facciamo prima le qualifiche e poi vediamo. Il ritiro è una scelta personale, non deve essere imposta da altri. Se la farò sarà la quinta Olimpiade per me non cambia niente: l'Olimpiade è una cosa talmente grande per uno sportivo è che non cambia nulla se è la prima o la quinta, a parte la fifa. E poi il fatto di aver raccolto tanto, soprattutto negli ultimi due Mondiali, mi dà sicurezza. Questo non significa andare a Tokyo e vincere, ma sotto questo aspetto sono molto più tranquilla».

Federica Pellegrini: «Mi sta distruggendo un reggiseno»

Ultimo aggiornamento: 21:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma